Piazza Bellini: decalogo che Terre di Campania vi propone per una piazza simbolo di divertimento e cultura

Piazza Bellini è la piazza della movida nel centro storico napoletano. È un punto di ritrovo per tutti noi ragazzi, d’altronde stando in una zona universitaria è sempre popolata da giovani. Negli ultimi anni piazza Bellini è diventata invivibile e la storia del poliziotto travolto da uno scooter che non si è fermato ad un posto di blocco è solo l’ultima brutta notizia in ordine di tempo. Con questo decalogo, noi di Terre di Campania, non vogliamo né chiudere gli occhi su una situazione di evidente degrado né tantomeno avere la presunzione che questi dieci luoghi comuni facciano scendere lo “Spirito santo”  della civiltà. Il nostro scopo, perlomeno il mio, è quello di farvi sorridere. Tutto qui.

1) Sedersi sotto la statua

Sedersi sotto la statua di piazza Bellini dopo le ore 22 di un sabato sera è una delle cose più difficili da fare. La gente spunta ovunque e se vuoi sederti devi stare in una comitiva di minimo dieci persone , non si tratta di sedersi ma di colonizzare. Comunque voi che state “sotto la statua” almeno presentatevi: lui è Vincenzo Bellini, è stato uno tra i più celebri operisti dell’ottocento. Però ci piace dire sott o’ Bellin e l’idea che un’altra città possa avere una piazza con questo nome ci fa rabbrividire. O’ Bellin sta solo qua.

2) La sigaretta parte prima

“Hai una sigaretta ?” è la domanda che ti fa tremare. Che poi, la chiedono proprio mentre stai aprendo il pacchetto. Avviso per tutti voi inesperti di piazza Bellini: lasciare un pacchetto in bella mostra sopra un tavolino nuoce gravemente alla sacca del portafoglio.

3) La sigaretta parte due

“Hai una sigaretta ? mi devo fare una canna, è una causa giusta”. Ma giusta cosa? Che poi nemmeno invitate chi vi offre una sigaretta. Comunque questo fatto si deve risolvere. Accattatv e sigarett.

4) La birra

Se volete stare a piazza Bellini dovete bere. Non importa se siete astemi o altre cose: bere birra è la prima regola. Qui a piazza Bellini c’è una birra che nessun’altro posto ha, questa birra si chiama Tennent’s, non so se la conoscete.

5) La barba

In piazza, tutti e dico proprio tutti, dovete avere la barba, anche voi donne. Se non avete la barba non potete sedervi sotto la statua, non potete scroccare sigarette, non potete farvi una canna e non potete bere birra. Fate una cosa, se non avete la barba statevene a casa.

6) “Tonino libero”

È la frase che forse leggerete in tutto il centro storico, è la frase che vi accompagnerà in piazza. Chi si chiama Tonino deve essere liberato, non importa da cosa o dai chi ma deve essere liberato. Questo è il messaggio della piazza.

7) Accademia delle belle arti

I membri dell’accademia rappresentano l’élite della piazza, gli annali di piazza Bellini raccontano che furono proprio loro a fondarla. Loro troveranno sempre posto sotto la statua anche se ora sono in guerra, vogliono riprendersi tutta la piazza perché rischia di essere colonizzata da lesbiche e vegani. Ovviamente anche questi ultimi due sono artisti.

8) Piazza Bellini va bene per qualsiasi occasione

Diciotto anni? Esami finiti? Festa di laurea? Vittoria del Napoli? Matrimonio? Questi e tanti altri eventi potrete svolgerli a piazza Bellini. Per maggiori informazioni recatevi presso lo sportello dell’Accademia. Dimenticavo, lo spumante e la torta dovete portarli voi.

9) Vintage

Il vintage è la divisa e se siete vestiti in questo modo, non dico che raggiungete i livelli degli studenti dell’accademia (loro sono sempre vintage, pure quando dormono) però potete acquistare punti e ricevere subito una sigaretta o saltare la fila da Jurdau. Comunque se non avete abiti vintage, vi potete apparare in questi due modi: 1) orecchini, ma se avete piercing è meglio; 2) tatuaggi, per le ragazze il tatuaggio è obbligatorio averlo grande sulla coscia.

10) Jurdau

Dulcis in fundo c’è lui. Jurdau è la tappa obbligatoria per tutti colo che vogliono passare una serata a o’Bellinn. Se non entrate qui dentro a prendervi una birra allora non siete nessuno.

Un pensiero riguardo “10 stereotipi su piazza Bellini

Commenta