Utili consigli per le vostre mete in Campania in occasione della pasquetta

Dopo il classico “Cosa fai a Capodanno?” solo una domanda è più temibile: il “Cosa fai a Pasquetta?”. Ogni anno sempre la stessa storia: organizzazioni dell’ultimo minuto, imprevisti, a volte pioggia; riuscire d organizzare la pasquetta diventa un’impresa sempre più difficile e complicata.

Per fortuna quest’anno ad aiutarvi c’è la redazione di Terre di Campania!

Alcuni dei nostri collaboratori hanno deciso di dedicare a tutti voi un po’ di tempo per consigliarvi alcune mete per una Pasquetta incredibilmente divertente e che non vi lascerà di certo con l’amaro in bocca!

Ecco dunque i nostri consigli:

Erica Morino suggerisce:

Pasquetta la passerei così:  andrei al porto del Granatello con panino al sacco per prendere il primo sole e dopo una bella tappa in uno degli chalet che si trovano nei dintorni.

Noemi Sapio invece:

Per me il Lunedì di Pasqua è senza dubbio una sosta sulla spiaggia deserta di Capo Miseno a Bacoli: affondare i piedi nella sabbia tiepida, godersi un picnic tra il vento primaverile e le onde del mare ancora agitato, sdraiarsi al sole per la prima volta durante l’anno. Sempre se si scongiura la maledizione della pioggia di Pasquetta, ovviamente.

Roberta Perticarà consiglia:

Si comincia arrivando in montagna, sistemando tavoli e vivande e preparando le braci per una buona grigliata sotto i pini; si finisce con l’ammirare il vasto Lago Laceno, che al tramonto, ruba e inghiotte il sole tra le sue limpide acque.

Simone Ottaiano:

Un luogo perfetto per passare la Pasquetta è di certo la foresta di Cuma, magari, se si ha la possibilità, l’ideale sarebbe restarci fino a notte fonda!

Maddalena Venuso:

La baia di Erchie. Sarà pure fra le 15 spiagge più belle d’Italia, ma per me è La Spiaggia, il mare della mia infanzia, il mio papà che mi fa scoprire una delle meraviglie della Campania. Il piccolo villaggio, frazione di Maiori, si apre su una baia dalle limpide acque verdazzurre.  In qualsiasi momento dell’anno, la voce del mare  affascina come il canto di un’antica Sirena, e immagini che l’ombra di Ercole ha lasciato la sua forza nelle rocce a picco sullo smeraldo incastonato fra due golfi.

Valentina Barile:

Preferisco trascorrere la pasquetta nel Parco regionale del Matese, per questo scelgo di fare il giro ad anello, che dalla cipresseta di Fontegreca mi porta al Lago di Letino, poi a Gallo e a Castello del Matese, sul lago. E poi al borgo di Cusano Mutri.

Sergio Mario Ottaiano:

Io trascorrerò e consiglio di trascorrere il lunedì in albis a Casalbore, in Irpinia, magari trattenendovi anche per il martedì e il mercoledì successivo.

Sara Anna Iannone:

Pasquetta, insieme a Capodanno e Ferragosto, è una di quelle feste comandate in cui l’umanità mostra il peggio di sé. Perciò, quest’anno non fare stessa spiaggia-stesso mare e sii buono con la terra facendo qualcosa di alternativo per il lunedi in Albis. I ragazzi del circolo Legambiente Occhi Verdi gestiscono il Parco Eco Archeologico dell’antica Picentia, un’area protetta ad accesso libero. Tra le tante cose, c’è anche un’area verde con panchine e tavoli per pic-nic e un parco giochi eco-compatibile per i più piccoli. Non ci sono scuse: è proprio il luogo ideale per una Pasquetta all’aria aperta!

Davide Pascarella:

Per Pasquetta scelgo un’escursione sul Vesuvio. Dopo le scorpacciate dei giorni precedenti, con pastiera e casatiello sullo stomaco, il minimo che devo fare è mettermi un po’ in moto e bruciare qualche caloria. Quindi: pranzo a sacco leggero, scarpe e vestiti comodi e… partenza. Si sale con i propri mezzi fino a una certa altezza, e poi a piedi fino al cratere. Alla fine, il panorama è mozzafiato e l’esperienza è straordinaria. D’altra parte, in quanti possono dire di aver davvero visto Napoli dalla cima del suo vulcano?

 

Per voi dunque una vasta possibilità di luoghi tra cui scendere, fateci sapere quale preferirete o se avete suggerimenti!

Buona Pasqua e ottima Pasquetta

3 pensieri riguardo “Terre di Campania consiglia: dove trascorrere la Pasquetta.

Commenta