Il blue monday è (purtroppo) arrivato, ma non disperate: Terre di Campania vi presenta la miniguida tascabile per la sopravvivenza nel giorno più triste dell’anno.

AVVERTENZA: Contiene molto cibo, come se le feste di natale non avessero fatto abbastanza danni.

Il blue monday per i pochi che non ne fossero a conoscenza, è il giorno più triste dell’anno, scelto secondo un “algoritmo” del tutto arbitrario e poco chiaro di una emittente televisiva britannica, che probabilmente ha basato il tutto sull’equazione lunedì + fine delle vacanze natalizie.

Dal lontano 2005 milioni di persone si abbracciano virtualmente per resistere al giorno più triste dell’anno™, e quest’anno noi di Terre di Campania abbiamo deciso di aiutarvi suggerendovi alcuni piccoli svaghi che possono aiutarvi a superare più o meno indenni il blue monday.

La nostra piccola guida la trovate in calce, è un miscuglio nato da un algoritmo ben studiato (e quasi attendibile quanto quello del blue monday) dalla nostra redazione e che si compone di pizze fritte a prima mattina, un pizzico di nostalgia e ilarità a pranzo, merenda con caffè, altruismo e sfogliatelle (nel giorno più triste dell’anno non potete permettervi di cincischiare su frolle e ricce, prendetele entrambe) ed una chiusura col botto con la classica birretta in compagnia che non fa mai male (almeno fino alla 5a Tennets).

Se le vignette vi sono piaciute, ditecelo nei commenti e indicate il vostro metodo personale per sconfiggere la tristezza del blue monday.

Un qualunque napoletano con la passione per i libri, le belle storie e la scrittura.

Un pensiero riguardo “Blue monday, guida illustrata di Terre di Campania per affrontare la tristezza

Commenta