L’Istituto Comprensivo 68° Rodinò di Napoli educa i ragazzi alla conoscenza e al coraggio attraverso l’avventura di Ulisse. 

L’Istituto Comprensivo “68° Rodinò” è un complesso giovane e in pieno fermento creativo. La scuola si trova a Napoli e nasce dall’aggregazione di due strutture quali l’Istituto Rodinò e il Circolo Caruso. Comprende, quindi, quattro plessi relativi alla scuola dell’infanzia, due per quanto riguarda la scuola primaria e una scuola secondaria di I grado.

La Dirigente Scolastica Dott.ssa Teresa Sasso ha promosso la realizzazione di una giornata di Open Day sui generis. In base alle competenze degli insegnanti di tutti i plessi e per le abilità di tutti i discenti, la Dirigente ha organizzato uno spettacolo il giorno 14 del mese di Dicembre per rappresentare l’avventura di Ulisse.


Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza.


Le parole dantesche riecheggiano nelle tuniche dei giovani Proci, nelle code di sirene cucite a mano, nel cavallo di Troia fatto di pasta e nell’arco scagliato da Ulisse per salvare la sua casa.

Il progetto di continuità ha permesso ai più piccoli di esprimersi assieme ai compagni delle classi successive, costruendo un collegamento importantissimo per i ragazzi.

Come una grande nazione, ogni classe ha rappresentato una scena dell’Odissea, adattandola con delle canzoni attuali rivisitate in chiave ironica.

”Le polis” della Rodinò si sono unite in due canti, intonando tutti assieme Itaca di Lucio Dalla e Poleis di Melamusica.

Tanti dolcetti preparati dalle ragazze e supervisionate dalle insegnanti della scuola secondaria di I grado, sono stati distribuiti durante il pomeriggio. La diffusione del video e della gallery dei progetti realizzati durante la giornata della disabilità e i banchi disposti materia per materia hanno caratterizzato la seconda parte dell’Open Day.

I professori della scuola media, infatti, hanno allestito una mostra che comprende foto, video e installazioni originali su tutto il percorso eseguito dai ragazzi fino a Dicembre. Luci natalizie geniali, tramezzini dell’Union Jack, percorsi e discorsi delle donne che hanno combattuto la Camorra.

Tutto questo e molto di più per mostrare al pubblico come si lavora assieme ai propri alunni all’Istituto Comprensivo Rodinò. La presenza dei ragazzi è stata fondamentale per la realizzazione di tutti gli stand e dei molteplici progetti presentati.

Il successo ottenuto è stato tale da favorire altri due incontri nel mese di Gennaio.

Ecco come iniziare al meglio un nuovo anno!

Commenta