Chiese e luoghi di culto ad ingresso gratuito, ecco la terza guida per turisti squattrinati

Sempre più turisti oggi scelgono Napoli come meta per le proprie vacanze estive e per trascorrere dei momenti in allegria, tra le strade di una delle più antiche città d’Italia. Elemento di attrazione, oltre ai tanti monumenti che la città offre, è la possibilità di visitare chiese, musei e parchi ad un costo veramente ridotto.

Ecco alcuni suggerimenti per coloro che amano confrontarsi con culti e religioni diversi dai propri:

  • Chiesa Anglicana. Via San Pasquale a Chiaia, 15/b (Tel. 081411842). Ingrasso gratuito.
    Come arrivare. Con l’autobus: linee 151, R2, 140, Tram numero 1
    Con la metro: linea 2, fermata Piazza Amedeo.
  • Chiesa Greca Ortodossa “Santissimi Pietro e Paolo”. Via San Tommaso D’Aquino, 51 (Tel. 0815529906). Ingresso gratuito.
    Orari: mar-sab h 9.00-13.00; 16.00-19.00; dom h 8.30-13.00; 17.00-18.00.
    Come arrivare. Con l’autobus: linee 151, R2, 140, Tram numero 1

    Dopo essere stata accorpata per alcuni anni alla Chiesa di S. Nicola a Nilo, a Spaccanapoli, la Chiesa dei SS. Pietro e Paolo ha finalmente ottenuto una sede tutta sua; a pochi passi dal Corso Umberto, essa rappresenta un importante punto d’incontro per i cittadini russi e ucraini presenti sul territorio.

  • Chiesa Ortodossa Patriarcato di Mosca. Arciconfraternita “Santa Maria del Ben Morire” – Via Leopoldo Rodinò, 20. Ingresso gratuito.
    Come arrivare. Con l’autobus: linee 151, R2, C57
  • Chiesa RumenoOrtodossa. Via Eremo dei Camaldoli, 100. Ingresso gratuito
    Come arrivare. Con l’autobus: linee C44, C40 e 114 o C43. Con la metro: linea 1, fermata Policlinico.
  • Chiesa Luterana. Via Carlo Poerio, 5 (Tel. 081663207). Ingresso gratuito. Come arrivare. Con l’autobus: linea 151.

    A pochi passi dai baretti di San Pasquale a Chiaia, svettano gli archi della Chiesa Luterana di Napoli, che, in occasione del cinquecentesimo anniversario della Riforma protestante (1517-2017), sta realizzando un docu-film sull’argomento: una bella occasione per farsi un bicchierino e – perché no?- un ripassino di storia.

  • Sinagoga Comunità Ebraica. Via Santa Maria a Cappella Vecchia, 31 (Tel. 0817643480). Ingresso gratuito. Come arrivare. Con l’autobus: linee 151, R2, 140, 154, Tram numero 1.

    Ubicata nello storico Palazzo Sessa (XVI secolo) e con circa duecento membri aderenti, la Sinagoga di Napoli è un chiarissimo esempio dell’emancipazione, conquistata a fatica dal popolo ebraico, che, dopo essere stato più volte espulso, riuscì a fare ritorno in città, soltanto in seguito ad un decreto dei Borbone.

  • Moschea Associazione Islamica “Zayd Ibn Thabit”. Via Corradino di Svevia (Piazza Mercato), 7-11 (Tel. 0815538637). Ingresso gratuito. Orari: lun-dom h 9.00-11.00. Come arrivare. Con l’autobus: 172, R2, 151.

    Data la presenza piuttosto consistente di musulmani sul territorio campano, ogni venerdì, l’imam Agostino Yasin Gentile e il suo collaboratore, Abdullah Massimo Cozzolino, sono costretti a tenere la preghiera settimanale all’aperto, facendo sì che al rito possa assistere anche chi appartiene ad un altro credo.

  • Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno. Via Tommaso Campanella, 10. Come arrivare. Con l’autobus: linee 151, R2 e 140; oppure Tram numero 1 e linea 140.L’incontro con il “diverso” non è mai stato così economico.

Potete consultare le altre guide per turisti squattrinati in Campania cliccando ai seguenti link:

Guida numero 1

Guida numero 2

Guida numero 3

Commenta