Presentata la nuova Stagione Teatrale 2019-2020 del Teatro Augusteo: tra attori e figure d’alto spicco, vecchi ritorni e piacevoli sorprese, questa nuova carrellata di eventi saprà allietare ogni categoria di pubblico.

Due ore e un quarto. Questo il tempo che mi ci è voluto per riuscire anche solo a fare un po’ di mente locale tra tutto ciò che era stato annunciato. Davvero, c’è di tutto! Partiamo subito da una considerazione di base: quest’anno, la nuova stagione teatrale dell’Augusteo – presentata Giovedì 25 luglio da Giuseppe, Roberta e Albachiara Caccavale – ha intenzione di portare tutti, ma proprio tutti, a Teatro.

Ce n’è per tutti, e per tutti i gusti. Tra Musical, commedie, grandi compagnie e figure ormai iconiche nel panorama teatrale Napoletano e Italiano, ecco che ci si ritrova dinanzi ad un calendario ricchissimo e di tutto rispetto, che incuriosisce anche chi, come me, in Teatro non ci bazzica proprio spessissimo.

Ma andiamo con ordine, e poniamo una rassegna di tutti gli eventi che saranno visionabili e che verranno, inoltre, inclusi nell’abbonamento.

Si comincia con “Che disastro di commedia”: per la regia di Mark Bell, con la partecipazione di Stefania Autuori, Luca Basile, Viviana Colais, Valerio Di Benedetto, Alessandro Marverti, Yaser Mohamed, Igor Petrotto, Marco Zordan, lo spettacolo si propone come una commedia dai tempi comici strettissimi, una scenografia che implode su sé stessa, e inconvenienti tragicomici. Sarà in scena dal 25 ottobre al 3 novembre 2019.

Si passa poi a “Biancaneve”: di Tato Russo. Mario Ciervo, Giovanni Giannini, lo spettacolo presenta una supervisione musicale di Simon Lee. Si tratta di un Musical, che getta le sue radici musicali in una riscoperta di vari generi (Pop, Rap, Folk e Rock), tutti utili a catapultare la bella e fiabesca principessa in un contesto molto diverso e realistico rispetto a quello ove cui viene collocata tradizionalmente. Sarà in scena dall’8 al 17 novembre 2019.

Avanti poi con Massimo Ranieri ed il suo “Malìa – Notti splendenti – Napoli 1950 – 1960”: una vera e propria riscoperta dei classici della musica napoletana anni ’50-’60, nonché una valida rivisitazione dei più grandi successi di Ranieri stesso, che si mette in gioco con una piacevole nota Jazz. Uno spettacolo che promette di essere frizzante, e dal ricordo permanente nella mente dello spettatore. Sarà in scena dal 22 novembre al 1 dicembre 2019.

Risulta interessante anche il Cyrano, di Riccardo Pazzaglia (Tratta da E. Rostand). Gennaro Cannavacciuolo sarà il nostro Cyrano, in questa curiosa commedia musicale che porta ad una rivisitazione totale della grande opera teatrale. Sarà in scena dal 6 al 15 dicembre 2019.

Torna in partita anche Sal da Vinci con “La fabbrica dei sogni”, che pone come trama il tentativo di trasformare un vecchio manicomio mal messo in una vera e propria fabbrica di sogni, dove tutto ciò che gli artisti sognano possa realizzarsi. Sal da Vinci sarà affiancato da Fatima Trotta, e da un restante cast ancora in via di definizione. Sarà in scena dal 20 dicembre 2019.

“Aggiungi un posto a tavola” di Pietro Garinei e Sandro Giovannini, con Gianluca Guidi, Lorenza Mario, Marco Simeoli, Piero Di Blasio, Camilla Nigro e Francesca Nunzi vuole essere una riproposizione di una celebre commedia italiana in due atti, risalente agli anni ’70, liberamente ispirata al romanzo After Me the Deluge. Sarà in scena dal 31 gennaio al 9 febbraio 2020.

Aggiungiamo alla lista Lo zio del medico dei pazzi: di e con Gianfranco Gallo che torna in scena dopo il successo di Comicissimi Fratelli. Parliamo di una riscrittura moderna di una commedia tedesca, che già giunse in Italia tramite una prima ristesura napoletana intorno ai primi del ‘900. Sarà in scena dal 12 al 16 febbraio 2020.

Biagio Izzo ci farà divertire col suo umorismo in “Tartassati dalle tasse”, di Eduardo Tartaglia. Lo spettacolo ci porterà ad interfacciarci con Innocenzo Tarallo, un imprenditore di successo nel campo della ristorazione, che dovrà affrontare il gran problema che tormenta ogni italiano: le tasse. Sarà in scena dal 21 febbraio al 1 marzo 2020.

Sullo stesso filone di comicità, citiamo “La rottamazione di un italiano perbene”, col grande Carlo Buccirosso, che ci porterà per mano in un viaggio nella psiche di un povero italiano medio, coi suoi problemi ed i suoi timori in merito a famiglia, lavoro, economia e mera sopravvivenza. Scritto e diretto da Buccirosso stesso, lo spettacolo sarà in scena dal 6 al 15 marzo 2020.

“Carosone – L’americano di Napoli”, con la partecipazione di Andrea Sannino,ci racconterà invece di un Maestro armato di sorriso, di una canzone travestita da commedia all’italiana, in uno spettacolo volutamente retrò, ma che, siamo sicuri, riuscirà ad essere anche estremamente moderno. Sarà in scena dal 20 al 29 marzo 2020.

Terminiamo con la bellissima e talentuosissima Serena Autieri e il suo Nuovo Spettacolo Musicale. Purtroppo, le informazioni rintracciate sono veramente poche, ma il pubblico napoletano adora la Autieri e sa cosa aspettarsi da lei: tanta, tanta arte e simpatia. Sarà in scena dal 17 al 26 aprile 2020.

Chiudo con una piccola parentesi relegata al Teatro Politeama, gestito dalla famiglia Caccavale, che ha annunciato anche la propria stagione teatrale, con i seguenti spettacoli:

La cantata dei pastori” – da dicembre 2019, con Peppe Barra.

La Presidentessa” – dall’11 gennaio 2020, con Gigi Savoia e Renato de Rienzo.

Omaggio a Morricone” – 25 gennaio 2020.

Confermata anche la partecipazione del Teatro Politeama al progetto “Confini Aperti“.

Commenta