Esce oggi il libro di Speaker Cenzou: #Ammostro. Il libro biografico sulla vita di Speaker Cenzou, curato da Krom, che è writer ed MC ma soprattutto scrittore napoletano

Il 16 dicembre esce #Ammostro, libro che racconta la vita di Speaker Cenzou. Il volume, curato da Krom, che è writer ed MC ma soprattutto scrittore napoletano, ed autoprodotto per “Sugo Edizioni”, narra il percorso artistico ed umano del noto rapper napoletano, considerato tra i fondatori del movimento Hip Hop in Italia e mentore per le nuove generazioni, che dai primi anni ’90 ha saputo fondere alla perfezione le sonorità d’oltreoceano con la tradizione musicale e culturale della sua città. Il percorso di Speaker Cenzou parte infatti proprio dal cuore di Napoli, e precisamente da San Gaetano, quartiere che si rende coprotagonista della narrazione, ed arriva fino ai giorni nostri, passando attraverso i primi due album da solista (“Il bambino cattivo” del 1996 e “Malastrada” del 1999), l’esperienza con i Sangue Mostro (“”L’urdimu tip”, 2008 e “Cuorap” del 2014) e le collaborazioni con alcuni tra gli artisti più noti del panorama Hip Hop – e non solo – italiano, tra cui troviamo i 99 Posse, Neffa, Esa, Sottotono, Clementino, Ntò e Rocco Hunt.

Molto più di una semplice biografia, #Ammostro è un viaggio intimo e profondo, un vero romanzo di “formazione artistica” che ci porta in un mondo di suoni ed emozioni, raccontandocene aneddoti, esperienze, successi e disillusioni, portandoci dentro i backstage e negli studi di registrazione, ed arrivando fino al cuore del processo di creazione, senza tralasciare ovviamente le amicizie, gli amori, le grandi trasformazioni ed il coinvolgimento nei movimenti antagonisti e culturali della Napoli della rinascita.

Vita ed opere dell’artista, quindi, ma non solo. Il libro ha infatti un taglio corale, e ci permette di immergerci in una Napoli magnificamente descritta e di toccare quasi con mano i personaggi che la animano visti attraverso gli occhi del ragazzo che diventa uomo, ponendosi sempre di più come punto di riferimento al centro di una città viva e perennemente in movimento, sebbene radicata e solida come le pareti di tufo che ne costituiscono il cuore più antico. Il volume, impreziosito da una magistrale prefazione di Enzo Avitabile, è destinato quindi non solo ad un pubblico di appassionati, ma a chiunque abbia voglia di immergersi in quasi quarant’anni di storia – e storie – di Napoli, rivedendola attraverso gli occhi di questo straordinario Bambino Cattivo.

Giovane dall’età indefinita, da oltre 10 anni nel mondo della comunicazione. Una Laurea, un Master, giornalista, scrittore, esperto di eno-gastronomia e della Campania, allenatore di Karate. E’ il creatore e direttore del Museo dei Castelli di Casalbore (AV), attività che gli ha valso il soprannome di “Signore dei Castelli”. Vincitore di vari premi nel mondo della pubblicità e della cultura. Testa proiettata nel futuro e piedi saldamente ancorati alla propria terra, il suo motto è “Si può fare!”.

Commenta