Per la quinta Edizione di “Jazz & Baccalà” al Teatro Summarte si è esibita, venerdì 11 gennaio, Antonella Ruggiero: una delle più belle voci degli ultimi trent’anni della musica italiana

Quarto concerto della V Edizione di “Jazz & Baccalà “ rassegna jazz ideata e diretta da Elio Coppola al Teatro Summarte che ha visto l’esibizione , venerdì11 gennaio, di una delle più belle voci degli ultimi trent’anni della musica italiana, Antonella Ruggiero che in quest’occasione è stata accompagnata da un quartetto d’eccezione: Claudio Romano alla batteria, Lino Pariota alle tastiere, Livio Lamonea alla chitarra e Fabrizio Buongiorno al basso.

Un concerto che è stato un vero e proprio viaggio nel quale la cantante genovese ha riletto in chiave jazz molti dei suoi successi della sua carriera artistica tutti riarrangiati in chiave moderna, dando loro un’atmosfera a volte jazzistica, a volte latina, a volte blues che ha entusiasmato il numerosissimo pubblico presente in Teatro.

Voce indimenticabile che ha fondato e reso famosi i Matia Bazar, Antonella Ruggiero decise, nel 1989, di abbandonare il gruppo e le scene per dedicarsi ai suoi interessi umani ed artistici, dedicandosi ai viaggi durante i quali ha avuto modo di sperimentare diversi modi di fare ed intendere la musica.

Nel 1996 ha pubblicato “Libera” il suo primo album da solista, perfetto connubio tra ritmiche occidentali e suoni dell’antico Oriente, nel quale ha potuto finalmente dare voce al suo desiderio di sperimentazioni musicali e di ricerca. Da tale disco ne ha pubblicati altri diciassette, tutti di grande successo e che hanno abbracciato diversi stili musicali e diverse tematiche o che sono stati frutto di alcuni progetti che hanno messo insieme sperimentazione, teatro e lirica in alcuni casi. L’ultimo cd nel 2016 con “La via imprevedibile delle canzoni” un disco interamente dedicato alle canzoni del repertorio interpretato da Antonella dal 1975 al 2014.

Parte di questi brani sono stati presentati durante il concerto iniziato con una bellissima versione di alcuni standard jazz del gruppo di musicisti presenti sul palco, poi “Amore Lontanissimo” seguita da “Tornerai”. Il pubblico si emoziona con “Per un’ora d’amore”, canzone che portò i Matia Bazar ai vertici delle classifiche, seguita da “Vacanze Romane” , La grande voce di Antonella Ruggiero ha modo di esprimersi ancora di più in una bellissima versione di “Blue Moon” su ritmi swing che arricchiscono ancora di più la bellezza del brano, seguita da un’applauditissima “Ritornerai” con la quale Antonella fa omaggio a tutti gli autori e musicisti genovesi, essendo lei stessa una genovese di nascita. Un pensiero e una dedica speciale a “Tutti coloro che, allora come oggi, si mettono in viaggio per cercare un futuro migliore, sfuggendo a guerre e miserie, ma che spesso, purtroppo, non riescono a raggiungere la meta” con una versione, con la bravura ed il talento di Lino Pariota alle tastiere, di “Santa Lucia luntana” dedicati ai migranti e ai loro sogni, spesso tragicamente infranti.

Poi di nuovo successi del periodo vissuto con i Matia Bazar con “Solo Tu” rielaborata su ritmi reggae, “Ti Sento” con indovinate influenze pop/rock, e “Stasera che sera” su travolgenti ritmi latini.

Sul finale del concerto un’altra emozionante dedica con il brano “Linda Mimosa” di Cesaria Evora, omaggio a tutte le donne del mondo e di tutte le età.

Richiamata a gran voce sul palco dal pubblico ormai tutto in piedi per omaggiare l’Artista, ha dedicato loro altri due brani “C’è tutto il mondo intorno” e una bellissima interpretazione di “Guantanamera” accolta con lunghissimi applausi da tutto il pubblico presente.

Commenta