Il 10 Agosto, a Napoli, presso la Basilica di San Lorenzo Maggiore verrà posizionata una statua di San Lorenzo ad opera del Maestro Leopoldo Santaniello da Nola

La mattina del 10 agosto, in occasione del giorno di San Lorenzo, nella Basilica di San Lorenzo Maggiore, ubicata nel centro antico di Napoli presso piazza San Gaetano, verrà posizionata una statua di San Lorenzo.

L’opera è stata commissionata dal parroco della Chiesa, Padre Domenico, al Maestro Leopoldo Santaniello da Nola.

La statua è stata realizzata con la tecnica della terracotta in linea con i canoni della tradizione dell’arte napoletana.
Come gli antichi pastori in terracotta, risalenti al ‘700, il San Lorenzo indossa abiti in tessuto.
Alla creazione della statua in terracotta è seguita, naturalmente, una fase di pittura e decorazione fatta a mano, che ha permesso di rifinire i dettagli e di ultimare l’opera.
Il tempo totale impiegato dal Maestro Santaniello per la realizzazione dell’opera, è di circa un mese.

È molto interessante sapere che nella Basilica sono già presenti alcune opere di un Maestro nolano di un altro tempo: parliamo dello scultore e architetto italiano Giovanni Merliano, conosciuto come Giovanni da Nola (Nola 1488 – Napoli 1558).
Dopo circa cinquecento anni, dunque, un altro Maestro d’Arte nolano, Leopoldo Santaniello, porta la sua arte in una delle Basiliche più antiche di Napoli.

Già dal 2018,  durante il periodo natalizio, viene posizionata l’opera “La Natività”, realizzata da L. Santaniello in collaborazione con Aldo Vucai, storico presepista napoletano, che ha lavorato alla scenografia.  
In questo caso, la tecnica utilizzata è quella dell’antica cartapesta nolana.

L’obiettivo del Maestro Santaniello è quello di riportare in auge l’arte antica napoletana e in particolare l’arte della cartapesta nolana.
Egli ritiene che con le nuove tecniche e i nuovi materiali, come il polistirolo, l’arte antica va perdendo il suo significato simbolico, trasformando le opere d’arte in “opere senza anima”.


Commenta