Buio, ultima puntata della serie tv I bastardi di Pizzofalcone, ieri era in onda su Rai Uno. Un successo, una speranza e un impegno continuo.

Buio è il titolo dell’ultima puntata della serie tv I Bastardi di Pizzofalcone tratta dai romanzi di Maurizio De Giovanni.

Lunedì il nostro amato ispettore Lojacono (il cinese) ci ha salutati con la promessa e la speranza di un prosieguo. Una seconda stagione dove molti interrogativi devono ancora essere dipanati, un po’ come i drammi personali di ogni singolo personaggio.

Perché scegliere Buio come ultima puntata? In una Napoli accecata da luci, sia natalizie che naturali, sembrerebbe un ossimoro.

Invece l’intento è proprio quello di accostare le problematiche evidenti dovute alle indagini con i problemi di ogni singolo poliziotto, farciti da una città complessa che pulsa, batte costantemente il piede a terra.

Quella di De Giovanni e in particolare della serie tv, è una Napoli che si fa sentire. Una città che non ha paura di urlare ad alta voce della povertà fisica e morale, dell’abbrutimento umano ma anche della ricerca di salvezza e di redenzione. Della voglia d’amare e di accogliere a braccia aperte chi è infelice, della rabbia che, incontrollata, prende il sopravvento.

Il buio urla di segreti inconfessati, come quelli di un padre che vende la propria anima pur di pagare i debiti, di omicidi-suicidi che non hanno ancora trovato un colpevole e di un amore che ha desiderio di esplodere ma non può perché “viene prima la famiglia’’.

Un mezzo happy-ending quindi, colorato da bollicine e fuochi d’artificio ma che non ci rasserena completamente sul futuro.

 

COSA DOBBIAMO ASPETTARCI DAI BASTARDI DI PIZZOFALCONE  ?

 

Di tutto, partendo dalle storie personali per finire con i casi da esaminare volta per volta.

Le ambientazioni poi, variano di volta in volta e proprio lunedì’ si è usciti dal cerchio di Napoli centro per una location più periferica: Il museo di Pietrarsa. Il luogo di nascita della prima ferrovia italiana.

Una polveriera di storia e cultura che esplode in prima serata, come scena principale.

Non male come ultima puntata, davvero non male.

Questo buio sa anche di luce.

 

Commenta