Cotroneo, Catania e Bossi inaugurano la prima giornata del Social World Film Festival

Si è aperta con la conferenza stampa presidiata dal sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore e il direttore artistico e organizzatore Giuseppe Alessio Nuzzo, la prima pienissima giornata del Social World Film Festival, la kermesse cinematografica che si tiene dal 23 al 31 luglio nella splendida cornice della penisola sorrentina. Una battuta d’inizio di tutto rispetto per quello che rappresenta uno dei momenti artistici e cultura più in voga dell’estate campana.

Vico ha sempre fatto dell’ospitalità una propria eccellenza, a cui da qualche anno si aggiunge il Social World Film Festival, dedicato, realizzato e rivolto ai giovani. Siamo orgogliosi di ospitare qui un Festival che esporta Vico nel mondo, suggellando quell’immagine di palcoscenico naturale che abbiamo potuto ammirare in molte pellicole girate sulle nostre meravigliose coste.

Queste le parole di Andrea Buoncore, che accoglie fotografi e giornalisti nella Sala Stampa Ufficiale “Bernardo Bertolucci” del Museo Aperto Antonio Asturi.

Giunti alla sesta edizione siamo consapevoli dell’importanza che ha assunto il Festival negli anni e vogliamo fare in modo che esso cresca ancora di più fino a raggiungere i livelli di Cannes e Venezia. Con l’aggiunta che il Social World Film Festival è aperto al grande pubblico e lo rende partecipe di un’esperienza artistica indimenticabile. Piccoli e grandi accorgimenti hanno reso questa edizione ancora più piacevole ed interessante da seguire. Per conoscere tutte le nostre sorprese seguiteci.

Questo l’invito dell’ideatore del progetto, il ventiseienne Giuseppe Alessio Nuzzo, che dispetto all’età, si presenta come un giovane caloroso, esperto e a suo agio con i vari personaggi famosi presenti in serata.

Proprio di fronte il Museo si apre la splendida Arena Loren, con palcoscenico, red carpet e il celebre Wall of Fame, unico esempio in Italia di monumento dedicato al cinema con tanto di firma di artisti nazionali e internazionali. La prima giornata è ricca di eventi e ospita tre grandissimi esponenti della cinematografia italiana: Ivan Cotroneo, sceneggiatore e scrittore, Myriam Catania, figlia d’arte, attrice e doppiatrice, e Marco Bocci, attore di successo molto amato dal grande pubblico.

 

 

 

Laureanda in Scienze Internazionali e Diplomatiche e studente fuori sede, collabora con Terre di Campania per lo smodato amore nei confronti della scrittura e la nostalgia della sua terra. Le sue influenze sono l’incomunicabilità di genere, l’insofferenza della sua generazione e la ricerca ostinata di una direzione differente. Lettrice onnivora da sempre ama la politica, il cinema e la storia.

Commenta