Saulo, il male dentro scritto da Ciro Borrelli ed edito dalla casa editrice Edizioni il papavero. Un demone che non dorme mai prende il sopravvento.

Un percorso fantasioso e terribile nell’animo umano, attanagliato da un senso di pazzia e dilaniato continuamente da un dualismo bene-male che si concretizza in atteggiamenti particolari. Il protagonista di questo racconto lungo, Saulo, il male dentro, edito da Edizioni il papavero, tratteggiato dall’autore Ciro Borrelli, con un linguaggio preciso e che rende in modo visuale il suo lato contorto, ma pieno di determinazione all’azione secondo un suo piano prestabilito, ci trasporta nei meandri della sua lucida follia.

Interessante e significativo è il suo annotare i vari movimenti che l’altro sé opera nella vita reale, come una sorta di realtà visibile in un apparente caos interiore. Il “demone” è il vero protagonista di questo thriller psicologico, il vero artefice di una sequenza di azioni che ci rinchiudono in un vortice di suspense continua, finché qualcuno riesce a comprendere la “sua anima coperta di tagli e di cicatrici”. Un elemento importante, quel segno di croce utilizzato in modo macabro, rimanda a un rapporto strano e contraddittorio del protagonista con la fede e la religione – ne è prova il nome Saulo e il disvelamento della sua fede, attraverso una caduta.

Tante sono le persone che il protagonista del libro ha incontrato lungo il suo percorso di vita e che ha lasciato dietro di sé, come tracce silenziose della propria caduta e di una missione che si è imposto. Esse hanno tutte scoperto, anche se non svelato, apertamente la sua identità segreta ed egli, “marionetta dai fili impazziti” è stata costretta ad agire. Una narrazione, dal linguaggio semplice, ma impetuoso, com’è la storia, che rivela una profonda capacità di descrivere un animo dilaniato e, attraverso i suoi personaggi, attrarre il lettore, tenendo sempre desta la sua attenzione verso un epilogo sorprendente. L’altra protagonista del libro, Mirella, è una sorta di contraltare, un ponte attraverso cui far fluire il percorso narrativo ed è definita in modo molto suggestivo. Particolarmente efficaci sono gli inserti dei racconti, che sembrano staccati dalla storia e al contrario sono essenziali per il suo decorso e indicano dei punti fermi da cui scoprire i vari elementi.

Commenta