Dimane comm’ajere, il nuovo video della band partenopea La Maschera, capitanata da Roberto Colella, è on-line ed anticipa il disco di prossima uscita

È uscito sabato 23 settembre, e condiviso col pubblico presente alla data napoletana de La Maschera, il video del nuovo singolo del gruppo “Dimane comm’ ajere”.

Dimane comm’ ajere è un bambino che continua a correre spensierato. È la parte di noi stessi ignara che al mondo possa esistere il male, il dolore. La parte che stenta a credere si possa agire guidati da qualcosa che non sia il cuore. Una sorta di Peter Pan disposto a sbagliare pur di conservare la sua natura sognante e pura.

Il singolo anticipa l’uscita del nuovo album de La Maschera, ParcoSofia, prevista nel mese di novembre 2017 per l’etichetta Full Heads.

Roberto Colella, frontman e voce del gruppo, afferma:

Una delle 11 storie del disco, forse la più ‘leggera’ dal punto di vista armonico. Amo questa canzone per la semplicità del personaggio protagonista, ricco di ciò che degli uomini più mi affascina: la purezza, malinconica e cuntenta allo stesso tempo. Un modo per darvi il benvenuto in ciò che sarà, un luogo in cui realmente son riusciti a convivere anime diverse tra loro, come diverse sono le direzioni musicali che caratterizzano ParcoSofia.

Il videoclip, realizzato da Upside Production, è ambientato nell’isola di Licosa e ritrae un pescatore in due epoche della sua vita: quella da bambino e quella da adulto, accomunate dagli stessi gesti e dalle stesse sensazioni, come se nel pescatore vivesse ancora quel bambino.

L’intreccio tra le due figure viene rappresentato da alcune azioni che accomunano i due personaggi e passa attraverso il furto di un pesce, atto proibito ma allo stesso tempo eccitante che rappresenta una fuga verso la monotonia della vita e diventa abitudine che il pescatore porta con se fino alla vita adulta. I ragazzi de La Maschera sono i pescatori che accompagnano il protagonista nel suo viaggio in mare e che con lui e come lui affrontano i rituali della pesca.

Il singolo Dimane comm’ ajere, sarà disponibile sulle piattaforme digitali a partire da venerdì 29 settembre.

Il Testo di Dimane comm’ ajere

 

Guagliun’ cercano ‘na via
pe’ sta a core liggiero
nu guappo for’ ‘a ferrovia
quanno fa scuro s’arritira
sulo pe’ vasà ‘a mugliera
tutta questione ‘e cumpagnìa
“si spart’ ‘o marciapiede
chillo t’ammesca ‘a malatia!”
chesto se dice e je no…
je nun ce credo
d’ ‘o cielo cadono bombe
eppure ancora ce stà
chi quando parla c’’o core le dice
tremmann’ ‘e paura:
“Vattenne ‘a ccà!”
…e hai voglia ‘e perdere
na vita sana appriesso a me
ca nun so mai crisciuto
a me fa cchiù piacere
‘e te sapè fujente
dimane comm’ ajere
sta ‘na figliola ‘e parti mie
che venne ‘na sustanza
pe’ cancellà ‘a malincunia
dice ca poi te farrà male
ma nisciuno ‘a sta a sentì
e je faccio ‘a fila pe’ pruvà
na nova sensazione
riuscette a me fa ‘nnammurà
ma se pigliaje ‘a salute mia
e chella ‘e mezza umanità
d’ ‘o cielo cadono ‘e suonne
na vota ‘o juorno e che fà
io quanno parlo c’ ‘o core le dico:
“ma quale paura…fermati ccà”
…e hai voglia ‘e perdere
na vita sana appriesso a me
ca nun so mai crisciuto
a me fa cchiù piacere
‘e te sapè fujente
dimane comm’ ajere

Sergio Mario Ottaiano, classe '93, Dottore in Lettere Moderne alla Facoltà di Lettere e Filosofia Federico II di Napoli. Musicista, giornalista, scrittore, Social Media Manager, Digital PR e Copywriter. Presidente del giornale Terre di Campania. Collabora per Music Coast To Coast, Fumettologica, BeQuietNight e MusicRaiser. Ha pubblicato svariati racconti e poesie in diverse antologie; pubblica con Genesi Editrice il romanzo dal titolo "Un'Ucronìa" Il 1/4/2014; pubblica con Rudis Edizione il saggio dal titolo "Che lingua parla il comics?" il 23/1/17.

Commenta