Andrea de Sanctis, avvocato penalista di Napoli, ha esordito nel mondo letterario col suo libro “Disumano troppo disumano“. Una storia bizzarra racchiusa in ottantatré pagine, pubblicata da Controcorrente Edizioni nel 2016.

Si sa, nella vita si conoscono moltissime persone. Alcuni di questi incontri, improvvisi, possono arrivare a cambiare la vita di chi è coinvolto. Ma cosa succede se uno di questi incontri si ha con un animale, precisamente un pollo-genio? Da qui parte la storia di Vincenzo Fiadini, raccontata da Andrea de Sanctis nel suo libro Disumano troppo disumano” e pubblicata da Controcorrente Edizioni.

Disumano troppo disumano, copertinaVincenzo è un ragazzo come tanti: universitario, troppo svogliato per studiare, passa molto tempo a falsificare il libretto degli esami assieme a un suo amico. Tutto ciò termina quando suo padre lo scopre e, per punizione, lo manda da uno zio in campagna. È in questo frangente che il giovane incontra il pollo-genio che, in maniera disumana, lo renderà ricco, dovendo però vivere situazioni piuttosto scomode.

L’introduzione del racconto è eccessivamente disordinata e caotica: appena il lettore si pone un’idea in merito a ciò che viene scritto, ecco che l’autore irrompe con una domanda o una frase che sospende le parole precedenti per parlare di altro. Un discorso spezzato che ha un capo, ma non conosce una coda.

La narrazione delle vicende non è coinvolgente, è banale. Essendo già la trama bizzarra, una buona scrittura permette che essa non scada nel dozzinale, ma ciò, qui, non viene fatto. Una nota mediamente positiva può essere attribuita alla trama, essendo divertente nella sua stranezza.

Nel complesso, quindi, la lettura non è stata piacevole: non vi sono punti cruciali nel racconto, nulla di particolare. Tutto troppo piatto e banale. La trama è abbastanza divertente, ma, se la scrittura non è avvincente, ciò non conta.
Al termine della lettura nulla rimane se non il libro tra le proprie mani.

L’autore: Andrea de Sanctis, napoletano, si è laureato a 22 anni in Giurisprudenza e svolge la professione di avvocato penalista.

Nata nel 1997 a Caserta. Pianista a tempo pieno, scrittrice da sempre e instancabile viaggiatrice. Porta sempre con sé un’agenda e una penna per poter immortalare tutto ciò che la colpisce.

Commenta