È disponibile da oggi Eros, il videoclip della cantautrice napoletana Lena A.. Il video su YouTube

Uno smartphone, un palloncino ed una giornata di sole: nasce così, da un’idea di Olga Shapoval, il video del brano EROS, disponibile dal 10 giugno su YouTube.

Eros è il singolo di esordio della cantautrice Lena A. pubblicato il 5 giugno, su tutte le piattaforme digitali (https://lnkfi.re/ErosLenaA) per la sezione  New Generation di Apogeo Records.

Eros è un dialogo con il Dio dell’amore, che spesso invia frecce a destra e manca, dimenticandosi delle conseguenze. A metà tra sogno e realtà, Eros è la storia di un innamoramento in una sera qualunque, un bicchiere di troppo ed una freccia incastrata nel petto che porta dubbi, domande e mette in discussione ogni certezza, ha spiegato Lena A.

L’indecisione, il timore ma al contempo la voglia di vivere il più semplice ed il più complicato dei sentimenti, è ben raccontato nello storyboard del video: una giornata qualunque di un palloncino, un po’ di sole, un libro ed una passeggiata in giro per la città. Ma accade l’imprevedibile, un incontro che lo lascia senza fiato…sarà l’Amore? Inizia così un velato inseguimento dietro i palazzi, tra le macchine, riparato dagli alberi. Finalmente si avvicina, decide di fare il primo passo. L’amore divampa, ma la freccia di Eros è appuntita.

 

Biografia  

Ho cercato un nome che rappresentasse la mia voce, la mia scrittura e la mia musica; l’ho cercato dappertutto, invece era sotto ai miei occhi: Lena A. Lena significa respiro, ma è anche il soprannome che mi è stato affibbiato dalla mia più cara amica e non può che portarmi fortuna. Quella A puntata mi ricorda che mi chiamo Alessandra e che, dietro questa avventura, resto sempre io, quell’Alessandra che scrive, sogna e suona.

Sono Alessandra Nazzaro, in arte Lena A., classe 1996, nata e cresciuta a Napoli dove tutt’ora studio Filologia Moderna. Cresciuta pane e musica classica, suono il pianoforte da quando ho 5 anni, ad oggi studio pianoforte contemporaneo, jazz, blues con Elisabetta Serio. Tutto parte dalla scrittura: quello che la realtà mi offre davanti viene filtrato attraverso le mie conoscenze letterarie e culturali, citando autori, utilizzando metafore, rimandi a libri letti. La mia musica è appartiene al pop-cantautoriale, con varie influenze. Nel 2017 ho partecipato al Tour Music Fest, organizzato dal CET di Mogol, suonando al Jailbreak di Roma alle prime e seconde Semifinali, arrivando tra i primi 12 semifinalisti. Nel 2018 ho partecipato all’Apogeo Spring Contest classificandomi al secondo posto e vincendo, così, la produzione e distribuzione di un singolo. Nel Settembre 2019 ho vinto il Premio Miglior Performance al Festival della Nuova Canzone d’Autore Ugo Calise ed è stata pubblicata su tutte le piattaforme digitali la versione live del brano in gara Facciamo finta. Ad oggi porto avanti il mio progetto live sia da solista che in trio, accompagnata dal contrabbassista Marco Lembo e dal batterista Luca Martino.

Commenta