La band partenopea si svela al pubblico dopo l’uscita del loro primo EP: Asha

Tra i giovani talenti della nostra amata Campania, I Light Sounds occupano un posto importante per l’energia e la determinazione con cui si propongono da anni nel panorama musicale partenopeo e non c’era modo migliore per farveli conoscere se non far loro qualche domanda!

Light Sounds, una band con quanti anni di attività alle spalle? Come mai la scelta di fare un EP in questo momento?
I Light Sounds sono un’ alternative-rock band nata nell’Aprile del 2007 da un’idea di Giuseppe D’Angelo e Giovanni Pulente. Iniziano le loro prime esibizioni live in locali siti nella provincia di Napoli, come Cover band. Nel Novembre del 2008 conoscono il batterista Mario Terracciano e iniziano a comporre ed arrangiare i primi brani inediti caratterizzati da varie influenze , svariando dal classico cantautorale italiano al rock storico e contemporaneo di caratura internazionale.

L’E.P. “Asha” nasce dopo una maturità coltivata negli anni attraverso l’ esperienza live e dall’esigenza di provare ad affermarsi nel panorama nazionale con la propria musica.

Asha, un EP di 4 tracce che spazia dal pop/rock all’alternative, raccontaci in poche parole di cosa parlano i brani al suo interno.
La prima traccia, nonché brano di punta dell’E.P. è la malinconica e incalzante “Vivo e muoio” di matrice brit-rock, una struggente ballad romantica, a seguire il brano “Future” più eterogeneo e cantato per intero in inglese che sfocia in un ritornello corale. A seguire “Questa Vita”,con una dinamica musicale in crescendo, sia melodica che atmosferica dove si avvertono le influenze alternative. In conclusione il brano “Père Lachaise” dove si avverte la fusione di diversi generi e stili musicali, il tutto racchiuso in un’ atmosfera unica e suggestiva, richiamata dal Cimitero degli Artisti di Parigi, che ispirò Giovanni durante il suo viaggio nella capitale francese.

Il processo creativo quanto è durato? Si è trattato di un flusso di coscienza o di un lavoro ponderato e limato nel tempo?
Il processo creativo è stato un lavoro ponderato e limato nel tempo durato circa 3 anni. Partendo da una base di voce e chitarra abbiamo sviluppato nuove dinamiche e quindi una originale ricerca musicale accurata e continua avvenuta attraverso lo studio di nuovi arrangiamenti che hanno dato un volto nuovo ai brani rispetto a quelli di partenza.

Qual è il brano a cui senti/sentite di essere più legato?
Il brano a cui ci sentiamo più legati è “Vivo e Muoio”, poiché segna l’inizio del nostro percorso inedito essendo stata la nostra prima canzone ad essere composta e l’ultima ad essere registrata in studio.

Quali sono i progetti futuri ora? Come vi muoverete? Quanto conta per voi l’aspetto social per la promozione del vostro lavoro?
I progetti futuri si basano sull’obiettivo di continuare a farci conoscere e a diffondere la nostra musica, proseguendo nella composizione di nuovi brani. L’aspetto social è molto importante. Oggi la promozione musicale passa inevitabilmente tramite il web, che consente un immediato responso del pubblico e facilita la diffusione del prodotto aiutando a fidelizzare i fan e la band.

Dove è possibile ascoltare e acquistare il CD?
Abbiamo pubblicato l’E.P. nel febbraio del 2013 grazie all’etichetta discografica “Nuova Santelli Music” di Cosenza.

E’ possibile ascoltare il CD su Soundcloud.
E’ possibile acquistare il CD dal sito della “Nuova Santelli” e su tutti i canali di distribuzione digitale come iTunes,Deezer,Spotify,Google Play.

 

Commenta