La cultura vive nella libreria: La bottega delle parole di San Giorgio a Cremano. Una sfida riuscita grazie al coraggio e alla passione per i libri.

La Bottega delle Parole nasce il 13 dicembre 2014 quando Myriam Gison decide di dare un’opportunità alla città di San Giorgio a Cremano con la costruzione di una libreria fruibile per tutti, grandi e piccini. Cimentatasi  già in questo settore con la fiera del libro Ricomincio dai libri, con la sua personalità solare e coraggiosa ci ha permesso di comunicare senza l’utilizzo dei social network, alla vecchia maniera ovvero dal vivo. In questo luogo, infatti, le persone di ogni età vengono accolte con dolcezza e cortesia e una volta ascoltate le loro esigenze letterarie, Myriam può aiutarli a sognare ad occhi aperti, viaggiando con la fantasia.

Chi ha voglia di improvvisarsi scrittore del secolo e cimentarsi su una macchina da scrivere?                         Nella bottega ogni visitatore ha la possibilità di sedersi e correre con l’immaginazione nei luoghi più nascosti della propria mente con l’ausilio di una olivetti lettera 32.

Per gli amanti del caffè è stata inaugurata da pochi giorni la sala di Narnia con tanto di divanetti e macchinetta classica napoletana, dove si può partecipare a reading letterari o discutere dell’ultima opera del proprio autore preferito. L’interno è decorato con le proprie mani dalla bravura della proprietaria e dalla perizia del suo genitore, una vetrata accoglie dall’esterno lo spettatore viandante.

E i bambini?

Un tavolino è stato appositamente inserito per farli divertire. Vengono organizzati laboratori quotidiani per farli giocare e socializzare, imparando a rapportarsi con la scrittura.

Le mostre di fotografia per ragazzi e i corsi di scrittura creativa per adulti sono il fiore all’occhiello della Bottega.

Progetti prossimi?

Verranno attivati a breve seminari in lingua e letteratura araba. Il motivo? Perché l’Oriente non deve essere associato all’Isis, ma è molto di più. Quindi ben venga l’incontro con i romanzi da mille e una notte per ricordarcelo.

Contro lo stress si può fare qualcosa?

Per i malanni di ogni sorta si consiglia di passare ad orario di apertura e chiedere espressamente una cura per i propri dolori. La farmacia letteraria è a disposizione del pubblico e può lenire il male attraverso libri di facile e gradevole lettura o puntare l’indice sul problema da affrontare per poter in maniera definitiva guarirne.

Mi permetto di consigliarvi una visita in questa delicata ed accogliente libreria, non si sa mai, potrebbe nascere una nuova  J. K. Rowling.

9

Commenta