A maggio Steven Spielberg porterà alla Reggia di Caserta le atmosfere del Vaticano per il film “Il rapimento di Edgardo Mortara”

Il regista Steven Spielberg ha incluso la monumentale Reggia di Caserta tra le ambientazioni del suo nuovo film intitolato “Il rapimento di Edgardo Mortara“. Un evento significativo per il palazzo vanvitelliano, che ritorna nel mondo cinematografico esattamente vent’anni dopo le riprese di “Star Wars: Episodio I La minaccia fantasma” al suo interno e dopo essere stato scelto per i film “Mission Impossible III” di J. J. Abrams e “Angeli e Demoni“di Ron Howard, rispettivamente nel 2006 e nel 2008.

Il film tratta la vicenda che vede come protagonista un bambino di sei anni di origine ebraica, Edgardo Mortara, che fu battezzato dalla sua domestica, all’insaputa dei genitori, per il timore che fosse malato. A seguito di questo gesto, il giovane fu rapito e condotto al Vaticano poiché lo Stato Pontificio imponeva, a quel tempo, a tutti coloro che fossero battezzati di essere cresciuti secondo un’educazione cattolica. L’avvenimento ebbe luogo a Bologna nell’anno 1858, precisamente il 23 giugno.
L’accaduto fu di tale importanza che fu ritratto nel dipinto “Il rapimento di Edgardo Mortara” ad opera di Moritz Daniel Oppenheim nel 1862 e fu raccontato nel libro omonimo di David Kertzer nel 1997. È a quest’ultimo che Spielberg fa riferimento, grazie all’adattamento del testo per il cinema a cura di Tony Kushner.

Le riprese nella Reggia di Caserta verranno girate a maggio e dovrebbero durare all’incirca una settimana. Non sono ancora resi noti tutti i particolari riguardanti gli ambienti scelti per ricostruire il Vaticano e le modalità di allestimento di questi. Nell’ambito della preparazione del film è stata coinvolta anche la comunità ebraica italiana, interessata alla rilettura cinematografica di tale vicenda storica che lo stesso Spielberg desiderava trasferire nell’ambito cinematografico.

Nel cast sono presenti nomi come Oscar IsaacMark Rylance. Rylance, conosciuto come uno dei migliori attori teatrali britannici e protagonista di “GGG — Il grande gigante gentile”, interpreterà il ruolo di Pio IX. Le musiche saranno curate da John Williams.

Un pensiero riguardo “La Reggia di Caserta come scenario del nuovo film di Steven Spielberg

Commenta