La sera del 27 marzo, alle 18, si è tenuta una mostra chiamata ‘Napoli corpo a corpo’ al locale Slash art/msic, sito in via Vincenzo Bellini 45, nel cuore della movida napoletana.

La mostra, a cura di Lidia de Campora e Luca Sorbo, ha ospitato le fotografie di alcuni ex allievi della Scuola di cinema, televisione e fotografia ‘Pigrecoemme’ e di alcune delle persone che hanno precedentemente partecipato a delle passeggiate fotografiche organizzate dallo stesso Luca Sorbo.
Il tema è chiaro: esplorare in tutte le dimensioni l’affascinante quanto contraddittoria città di Napoli. Il compito di ogni fotografo è stato quello di trasformare in immagini la propria esperienza del luogo.

Le fotografie esposte hanno percorso gli stretti vicoli, si sono perse negli ampi paesaggi, si sono soffermate sui volti e sugli sguardi e hanno documentato le attività quotidiane spaziando tra sacro e profano.. insomma un vero e proprio viaggio nell’anima di Napoli.

Oltre ad essere una mostra, è stato un vero e proprio incontro: tutti i partecipanti sono stati invitati a portare dei libri realizzati dai grandi fotografi sulla città di Napoli; tutto ciò ha favorito la creazione di uno spazio di condivisone e confronto.
Ospiti d’onore della serata sono stati Fernando Pisacane, pittore e fotografo e Gianni Biccari, fotografo di scena nei principali teatri della città.

 

 

Sono Aurora Tesone, sono nata a Napoli e frequento la facoltà di Scienze Sociali della Federico II.

Sin da piccola sono sempre stata appassionata alla fotografia che è per me mezzo e fine.

Ho partecipato a mostre fotografiche con l’Associazione Cremano Giovani, con il Comitato quartiere stella di Casoria e con il centro Gamen; ho lavorato come fotografa per feste private e attualmente lavoro ad un progetto sul territorio di Scampia con un gruppo di fotografi.

Commenta