Grazie alla proposta di alcune associazioni culturali presenti sul territorio, la Provincia di Benevento ha approvato il progetto “ Nati Per Leggere ”.

Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro

– Umberto Eco

 

Classe 1999, Nati per Leggere è un programma volto a promuovere la lettura ad alta voce ai bambini tra 0 e 6 anni. I promotori del programma dichiarano:

Ricerche scientifiche ormai consolidate dimostrano come leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura). Inoltre si consolida nel bambino l’abitudine a leggere che si protrae nelle età successive grazie all’imprinting precoce legato alla relazione

L’iniziativa di lancio del progetto beneventano si terrà presso la Biblioteca Provinciale “A. Mellusi” I padri e le madri del progetto spiegano: 

Nati per Leggere è un programma di promozione della lettura in età precoce, di protezione dallo svantaggio socio culturale e dalla povertà educativa: dal 1999 mobilita risorse locali e attiva operatori e volontari. Ogni bambino ha diritto ad essere protetto non solo dalla malattia e dalla violenza, ma anche dalla mancanza di adeguate occasioni di sviluppo affettivo e cognitivo. L’impegno è dunque quello che anche un bambino che nasce in un contesto povero di risorse e strumenti culturali, possa avere le medesime opportunità degli altri più fortunati.

10007347_10152417319311747_1298775592_oQuello Beneventano non è un progetto isolato. Anche ad Acerra, in provincia di Napoli, è nato un presidio di “ Nati per Leggere ”. 

Il neonato presidio acerrano opera da diversi mesi sul territorio. Tra le iniziative, “Ponti di storie per la terra che trema”. Si tratta di una campagna nazionale a favore delle popolazioni vittime del sisma del 24 agosto 2016.

La campagna si svilupperà in diverse linee d’azione tra cui la costituzione delle Biblioteche in campo, piccoli scaffali che saranno allestiti presso i nuclei abitativi provvisori. Nati per Leggere Campania si e’ fatta promotrice ,presso tutti i suoi presidi, di una raccolta di libri nuovi (fascia 0/6 anni) a favore delle popolazioni colpite dal sisma

 

– scrive in una nota facebook il Presidente del presidio di Nati per Leggere Acerra, Gioacchino Di Capua

 

 

Commenta