L’arte contemporanea del Museo Madre a Napoli

Ubicato nello storico palazzo Donnaregina, in via Luigi Settembrini sorge a Napoli il famoso museo d’arte contemporanea Il Madre. La nascita del museo Madre è stata pianificata in attuazione del “patto per l’arte contemporanea”, sottoscritto nel 2003 dal Ministero per i beni e le attività culturali, con il “fine di dare impulso alla promozione dell’arte contemporanea e incrementare il patrimonio pubblico in questi settori”.

Tale patto ha permesso alla Regione Campania di costituire nel 2004 come socio unico, la fondazione Donnaregina, senza scopo di lucro, per promuovere, diffondere e favorire la fruizione e la preservazione delle opere di arte visiva contemporanea nel territorio della Regione Campania. Tra i maggiori espositori che sono passati per le grazie del Madre, ricordiamo :

Domenico Paladino (pittore, scultore e incisore italiano), tra i principali esponenti della transavanguardia, movimento fondato da Achille Bonito Oliva.

Lucio Fontana (pittore, ceramista e scultore italiano), argentino di nascita, fu il fondatore del movimento spazialista. le sue opere spaziano  per tutta l’Italia, ma, nello specifico: Lazio, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Sicilia. 

Ma, come maggiore esponente, ricordiamo certamente Andy Warhol, nato a Pittsburgh, in Pennsylvania (pittore, scultore, regista, produttore cinematografico, direttore della fotografia-attore e sceneggiatore). Figura predominante del movimento Pop art, è tra gli artisti più influenti del XX secolo. 

Di grande importanza è la presenza all’interno del Madre di un centro di documentazione, al cui interno troviamo una biblioteca e l’archivio multimediale, che intendono dare forma a un centro di documentazione specializzato sull’arte del XX e XXI secolo, con una particolare attenzione alle avanguardie. I volumi in essa custoditi e quelli in via di acquisizione, rappresentano un importante documentazione della vita artistica nel periodo compreso tra novecento e nuovo millennio. Cosa dire più?

Concentriamoci sull’arte, non fermiamoci solo alle apparenze, ma guardiamo sempre quello che si cela dietro l’anima dell’artista e della sua opera, usciamo di più, visitiamo quanti più musei, centri d’arte, associazioni culturali possibili, per far sì di apprezzare la vera arte che troviamo a disposizione nel nostro territorio.

Commenta