Pubblicato Venerdì 18 Dicembre, ‘Due secondi fa’ è il nuovo singolo di Paduano nonché il primo prodotto a sancire la collaborazione del giovane artista campano con la Apogeo Records.

Lo abbiamo detto spesso, e anche ‘stavolta lo riconfermiamo: dove c’è qualità, novanta volte su cento c’è anche lo zampino della Apogeo Records.

Antonio Paduano è la valida aggiunta al roster di cantautori legati all’etichetta discografica indipendente di cui tanto abbiamo chiacchierato nell’ultimo anno, e a sancire questo inizio di collaborazione è il singolo Due secondi fa.

Paduano gioca con note Folk per creare un’atmosfera vibrante e vivace, atta a far da sfondo ad un testo curato e ben ideato, che ha come base la riflessione su “la ricerca spericolata dell’istante perduto e dell’incapacità di reagire a un futuro che intanto, immersi nella continua ricerca, è già diventato inevitabilmente un presente”.

Due secondi fa è un brano piacevole, a cui cedere volentieri un ascolto interessato e partecipe; diverte sul fronte musicale, invita alla riflessione e all’osservazione attenta sul fronte lirico. La chitarra acustica a scandire il ritmo assieme alle percussioni, le chitarre elettriche a dare una melodia più vivace, quasi “luminosa”, accesa, e una traccia cantata che sa catturare e che facilmente entra in testa, sono tutti elementi che determinano un buon risultato, e un lavoro portato a termine a dovere. Vi ritroverete ad ascoltare il brano ripetutamente senza neanche accorgervene; il consiglio sarebbe quello di tenerlo in sottofondo in questi pomeriggi freddi, magari dinanzi ad un camino o – in assenza di questo – di una calda stufa, su di una poltrona, a godersi quei pochi attimi che ci si riesce a concederci, e che decisamente dovrebbero essere di più, nel quotidiano.

Concludendo, direi che Paduano ha fatto un regalo di Natale decisamente gradito con un singolo che, si spera, porti presto ad ulteriori, interessanti novità – e a proposito di ciò, riporto, per dovere di cronaca, che sulla biografia del profilo Spotify di Paduano è segnalato un LP per il 2021, probabilmente in lavorazione. Insomma, magari qualcosina potremo aspettarcela davvero, nei prossimi mesi. Occhi (e orecchie) ben aperti!

Commenta