I Pennelli di Vermeer lanciano il loro nuovo singolo che anticipa il nuovo album, in radio e sul web: ecco Ho perso il pelo

Dal 28 aprile, il nuovo singolo de i Pennelli di Vermeer, Ho perso il pelo, è in passaggio radio, e disponibile sul web. Il brano anticipa il nuovo album in uscita prevista per il prossimo autunno, attualmente in lavorazione per l’etichetta discografica Soter, con la quale la band festeggia i dieci anni di carriera.

Il brano, registrato presso lo studio LavaLab di Giovanni Vicinanza, regala freschezza e vigore alla poliedrica band partenopea che con la propria musica spazia dal progressive al concept rock, passando per il teatro-canzone, e che negli anni ha attraversato molti generi. Con Ho perso il pelo, approda adesso ad un sound dove le atmosfere easy rock riecheggiano nella chitarra elettrica del cantautore Pasquale Sorrentino e nelle morbide armonie vocali di Stefania Aprea (chitarra acustica), arricchite dal basso di Michele Matto, new entry del gruppo, e dallo storico batterista Marco Sorrentino.

Il videoclip  è stato realizzato da Danilo Marraffino della Audiovideolive e prodotto dall’associazione culturale Be Quiet – Palco libero ai cantautori, format fondato da Giovanni Block di cui i Pennelli di Vermeer sono tra i principali protagonisti.

Il testo descrive la sincera analisi di una persona che pur avendo attraversato varie crisi, fra tentazioni e contraddizioni, pur facendo “i conti” con i propri errori, non perde la voglia e la passione di continuare a vivere senza maschera e ricorrendo a una “leggerezza” con cui poter affrontare i disagi imposti da situazioni di vita non sempre consone alla propria natura.

 

Sergio Mario Ottaiano, classe ’93, Dottore in Lettere Moderne alla Facoltà di Lettere e Filosofia Federico II di Napoli. Musicista, giornalista, scrittore, Social Media Manager, Digital PR e Copywriter. Presidente del giornale Terre di Campania. Collabora per Music Coast To Coast, Fumettologica, BeQuietNight e MusicRaiser. Ha pubblicato svariati racconti e poesie in diverse antologie; pubblica con Genesi Editrice il romanzo dal titolo “Un’Ucronìa” Il 1/4/2014; pubblica con Rudis Edizione il saggio dal titolo “Che lingua parla il comics?” il 23/1/17.

Commenta