Annalisa Caravante la scrittrice napoletana che fa innamorare con i suoi romanzi

Profumo d’Ottobre. D’amore e di guerra è il seguito del libro Profumo d’ottobre ed anche questa volta l’autrice Annalisa Caravante non si smentisce e si consacra ancora di più come una bravissima scrittrice capace di raccontare senza campanilismi e senza stucchevolezze una storia d’amore, lasciatemelo dire: le storie d’amore sono le più difficili da scrivere.

Con Profumo d’Ottobre. D’amore e di guerra si ritrovano tutti i personaggi che Annalisa aveva messo nel suo primo libro: Claudia, Matt e Vanni ed ovviamente Napoli. Con Profumo d’ottobre. D’amore e di guerra lo scenario cambia è l’alba del 1943 e l’Italia è spaccata in due con i nazifascisti al Nord e gli alleati al Sud, l’esercito è allo sbando e i bombardamenti e le atrocità aumentato in una progressione tragica Napoli è piegata, la popolazione tutta è in ginocchio. È in questo scenario che bisogna leggere, capire ed amare il libro di Annalisa, la storia dei personaggi non sarebbe la stessa se non ci fosse Napoli. Claudia Matt e Vanni  cercano di andare  avanti di sopravvivere alla bruttezze della guerra, Vanni si è arruolato per la Grecia e Matt è ripartito in missione, Claudia aspetta e il rapporto tra i tre diventa più complesso. Claudia ha il bisogno di averli entrambi.

Profumo d’ottobre. D’amore e di guerra è una storia d’amore sotto le bombe ma la guerra non spezzerà e non cancellerà la voglia di vivere, di sognare e di fare l’amore. Annalisa ancora una volta è riuscita ad immergere la penna in un oceano di fuoco e a riproporre una storia che vale la pena di essere letta e riletta. Leggendo Profumo d’ottobre si rivivrà Napoli e si avrà voglia d’amare.

Laureato in Storia con una tesi in antropologia culturale. Ama la sua città e tutte le sue tradizioni credendo fortemente nella forza civica di ogni tipo di particolarità, la scrittura è il suo modo migliore per esprimersi. Attualmente laureando in scienze storiche.

Commenta