Venerdì 16 giugno 2017, alle ore 20.30 si terrà la presentazione in anteprima del videoclip “Nomi cose città” di Saverio D’Andrea, presso il Teatrocivico14 di Caserta in via Petrarca 25 (Parco dei Pini).

L’artista campano, Saverio D’Andrea, presenterà al pubblico il videoclip raccontando delle fasi di produzione della canzone e poi del video; ci parlerà del suo nuovo progetto discografico e delle esperienze ed imprevisti che lo hanno portato fino a questo video.
Interverranno i registi Alessandro Rauccio e Giulio Caputo e gli attori che hanno preso parte alla realizzazione del videoclip. Saverio presenterà inoltre alcuni brani in acustico accompagnato dalla violoncellista Maria Pia Russo e, ovviamente, si assisterà alla proiezione in anteprima del video di Nomi Cose Città, che sarà pubblicato online a partire dal 17 giugno.

Saverio D'Andrea – Nomi cose città (teaser)

Ecco che arriva una piccola sbirciatina al video di "Nomi cose città".E arriva anche una bella notizia.Il 16 giugno alle 20,30 presenteremo in anteprima il video al Teatro Civico 14 di Caserta!Sarà un'occasione unica per vedere il video sul grande schermo, ci sarà qualche intervista a me, i registi e gli attori e qualche pezzo inedito dal vivo. L'ingresso è gratuito e siete tutti invitati.Dal giorno dopo il video sarà poi disponibile su youtube.

Pubblicato da Saverio D'Andrea su Giovedì 8 giugno 2017

Nomi cose città è una storia di amore e di amicizia, di sentimenti forti e preziosi che resistono nel tempo nonostante i cambiamenti della vita, è la storia di cinque amici che non si son lasciati mai andare e che hanno imparato insieme a conoscere l’amore. È una storia di sacrifici e gioie quotidiane, di malinconia e tenerezza, di coraggio e amore.

L’artista campano è reduce dall’esperienza della trilogia acustica domestica pubblicata su youtube tra febbraio e aprile. Si tratta di una piccola serie di brani inediti presentati in chiave nuda, acustica, senza gli arrangiamenti che invece si potranno ascoltare nel disco. Lacuoratore, Soldato vagabondo e Sola andata anticipano l’uscita del primo singolo ufficiale e preparano la strada al disco.

 

Il progetto

“Nomi cose città” appartiene ad un progetto discografico la cui produzione artistica è stata affidata a Valter Sacripanti da Saverio D’Andrea, già nel 2015. Negli ultimi anni il lavoro di scrittura, di pre produzione e poi di produzione vera e propria si è sviluppato fino ad arrivare al lavoro finito che oggi viene proposto alle varie realtà discografiche sul territorio nazionale con l’obiettivo di farlo diventare un vero e proprio disco da proporre al pubblico. Hanno suonato nel disco musicisti di grande spessore come Giuseppe Barbera al piano, già direttore artistico del progetto musicale di Arisa, autore e arrangiatore per X factor, insegnante presso il CET di Mogol e più volte direttore d’orchestra a Sanremo; Sandro Raffe Rosati che ha collaborato con artisti del calibro di Loredana Bertè e Marco Masini; David Pieralisi, chitarrista storico di Michele Zarrillo e ora all’attivo con Alessandra Amoroso; Giuseppe Tortora e Mario Gentili per gli archi, che scrivono e suonano per artisti come Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Il Volo; e lo stesso Valter Sacripanti alla batteria, che ha collaborato, lavorato come produttore e suonato per artisti come Nek e Simone Cristicchi. L’idea da subito è stata quella di dar vita ad un progetto discografico che potesse soddisfare le esigenze del mercato della musica e del pubblico di oggi, pur mantenendo le idee e le caratteristiche più forti del modo di scrivere che contraddistingue Saverio D’Andrea. I testi sono forti e immediati, ogni parola è pesata con cura e ha uno scopo ben preciso, i messaggi veicolati sono diretti e chiari e aderiscono perfettamente alla leggerezza formale dell’impianto sonoro di ogni canzone. I livelli di lettura sono molteplici e indagabili attraverso una fruizione di più ascolti distribuiti nel tempo: da quello superficiale a cui si accede subito grazie alle armonie dei ritornelli così penetranti e veloci da ricordare a quello più sotterraneo delle idee più o meno forti e complesse che raccontano e descrivono storie. Queste canzoni sono storie: storie di uomini che si sentono soffocati dal ribaltamento domestico dei ruoli, che scappano e poi tornano, storie di persone che fanno promesse, che provano a dimenticare, che provano a perdonare, che provano ad esorcizzare il senso di colpa, storie di malinconie addolcite dal senso di appartenenza verso un’amicizia che non morirà mai, di bambini spaventati che scoprono l’amore, pensieri disordinati di emozioni incontrollabili, di cose che non si riescono a dire.

Terre di Campania è un progetto in continua evoluzione che si occupa di promuovere il buono e il bello della regione Campania attraverso la conoscenza e la diffusione di bellezze paesaggistiche e artistiche, di bontà culinarie, della cultura, di news, di eventi e azioni mirate sul territorio.

Commenta