Sense8 non è ancora finito: per due ore i fan potranno ammirare i senzienti combattere contro la BPO nella città di Napoli.

Sense8 ritorna in Campania. Dopo la puntata speciale della seconda stagione girata a Positano, Lana e Lilly Wachowski scelgono Napoli e la costiera sorrentina per concludere il capitolo di otto persone sparse per il mondo ma collegate attraverso la telepatia.

Ecco cosa raccontano i fan di questo evento mediatico che ha visto la  città della pizza, del sole e della tarantella come unico set italiano di Sense8.

Alcune di noi hanno portato le sfogliatelle all’aeroporto per accogliere Lito. Il 26 Ottobre io ero a Mergellina, la stazione era chiusa per metà per consentire al meglio le riprese. Un bar è stato ricreato all’interno e fuori c’era un caos di gente. Sono contentissima per quella giornata.

La foto sullo smartphone con Max Riemelt spiega tutto.

I senzienti si spostano il 27 ai Tribunali dove ricevono un altro bagno di folla, le attrici sconvolte da cotanta ammirazione chiedono il braccio ai colleghi per reggersi al meglio nelle strade del centro storico. Una pizza fa da contorno ai loro misteriosi dialoghi telepatici.

Il giorno successivo sono in costiera, con precisione fuori al Bikini di Vico Equense. Foto e filmati memorabili con tanto di tramonto rosa (Lana style), alcune fan offrono la tanto amata mozzarella a Miguel Angel Silvestre che sembra proprio un napoletano mancato!

L’apoteosi al Palazzo dello Spagnuolo alla Sanità.

Mai tante persone si erano viste assieme con la gioia nel cuore, cantare la famosa canzone WHAT’S GOING ON.

Poi la lotta, la sparatoria e la fuga di Lito, Daniela ed Hernando. Omaggi ai più fortunati arrivano da Miguel, irriconoscibile turista con shorts, cappellino e zainetto I love Naples, che regala le finte pallottole della serie.

Il giorno dopo gli instancabili otto arrivano a Palazzo Marigliano a San Biagio dei Librai,il 1 Novembre però è festa anche per loro. Almeno così dovrebbe essere: i fan baresi, romani, campani si appostano sotto il Grand Hotel Parker’s e riescono nell’impresa d’intercettare i loro favoriti.

Le riprese stanno per finire ma una scena fondamentale deve essere girata al Molo San Vincenzo, su una piattaforma. Due esplosioni nella giornata di giovedì’ 2 Ottobre scandiscono i ritmi cardiaci dei ragazzi serializzati.

Infine di nuovo il centro storico e poi un saluto alla costiera sorrentina.

Si vocifera, infatti, uno spoiler: la scena degli otto senzienti che sorridono sull’auto decapottabile dovrebbe essere il finale.

Chi può dirlo? Adesso sincronizzate gli orologi e aspettate il 2018.

Figlia e nipote di ferrovieri, nasco con la passione per le arti e con una curiosità viscerale del mondo, iscritta a Flickr per comunicare visivamente la mia tecnica fotografica nei miei viaggi, nel 2000 mi sono classificata al secondo posto nella sezione narrativa per il premio città di Salerno. Laureata in lettere moderne con indirizzo spettacolo nel 2007, ho lavorato nelle scuole superiori come docente di lettere e per un breve periodo come guida turistica. Contemporaneamente ho seguito vari corsi di scrittura creativa, editoria, grafica, fotografia digitale e reporter di pace. Attualmente sono iscritta al Circolo Letterario Anastasiano col quale partecipo a reading letterari e ho pubblicato per il Verso Verde una poesia dal titolo ''Residui d'Irpinia''. Ho collaborato con il giornale Dream Magazine come fotoreporter per la sezione artistica dedicata alla mostra SEVEN, svoltasi a villa Vannucchi nel 2011. Infine gestisco un blog personale che si interessa di sapori e folclore italiano e lavoro per l'amministrazione di uno studio contabile.

Commenta