Snuff, la web serie thriller firmata da Claudia Canfora e Giovanni Bellotti

“Snuff” è la nuova serie web firmata da Claudia Canfora e Giovanni Bellotti che firma anche la regia che si ispira agli Snuff Movies, filmati cruenti, spesso amatoriali, che ritraggono la morte in diretta, riletti in chiave contemporanea, creando un universo in cui i mezzi tecnici degli anni ’90 (come le MINI DV) si mescolano ad un presente ormai digitalizzato in ogni sua forma. La sceneggiatura è strutturata in cinque “master” dai repentini colpi di scena che si susseguono episodio dopo episodio.

Alice e Luca, laureandi in cinema, iniziano il loro tirocinio presso un’associazione. Convinti di poter approcciare sin da subito al mondo del lavoro per cui hanno studiato, si ritroveranno invece coinvolti in un terrificante mistero. Insieme, si metteranno alla ricerca dell’autore di uno “Snuff Movie” ritrovato nello scantinato dell’associazione, nel quale la protagonista, una loro conoscente, viene torturata sino alla morte.

Le motivazioni – dice Bellotti – che mi hanno spinto a lavorare ad una seconda serie web, sono le medesime con cui ho avviato il lavoro de Il nastro di Möbius, ovvero la possibilità di continuare un percorso avviato anni prima a partire dai laboratori cinematografici svolti con i ragazzi delle scuole superiori di Napoli Est. Oggi, nonostante ognuno di loro abbia concluso gli studi liceali, hanno deciso di continuare a lavorare in gruppo, diventando parte di un collettivo cinematografico. Il collettivo è un progetto che vede la concretizzazione di uno spazio in cui i giovani (sotto i 35 anni) possano dare vita alle loro creazioni cinematografiche curandone i diversi aspetti: dalla scrittura alla produzione. L’obiettivo cardine del collettivo, così come quello della serie web Snuff, è quello di fare cinema a partire dal basso, che diventi poi un vero e proprio cantiere aperto di idee e talenti volti alla diffusione della cultura cinematografica indipendente, mediante l’impegno della sperimentazione attraverso nuovi contenuti, forme e linguaggi dell’audiovisivo.

Gli interpreti sono: Noemi Esposito, Mario Donato Pilla, Vincenzo Carotenuto, Giuseppe Carosella, Carmela Abbacuccio, Ilenia Briuolo.

Gli episodi sono visibili su: sulla pagina Facebook di mobiusproduzioni o su youtube: https://www.youtube.com/playlist?list=PLmQLFqpHgEE573YCoWZgHnK-a1oZf3F-L

BIOGRAFIA

Giovanni Bellotti (Villaricca, Napoli 1991). Debutta nel 2010 raccontando la storica impresa dell’antifascista Giovanni Bassanesi con il cortometraggio “Le ali di Icaro”, ottenendo il premio “Italia – Svizzera 150”. Dal 2012, lavora presso l’Associazione Arci Movie di Napoli come educatore ed esperto esterno di cinematografia nelle scuole di Napoli. Ha collaborato alla sesta edizione del Festival del Cinema dei Diritti Umani. Nel 2013 si avvicina al cinema del reale e dirige il suo primo documentario, “Larus”. Dal 2014 lavora per l’Atelier del cinema del reale FILMaP come Tutor d’aula, assistendo registi quali Leonardo Di Costanzo, Alessandro Rossetto e BrunoOliviero. Dal 2016 collabora con Antonella Di Nocera per Parallelo 41 Produzioni. Nel 2016 dirige la serie web “Il nastro di Möbius”, liberamente ispirata a “L’incontro” di Vincenzo Cerami. Nel 2017 firma la regia di Augusto, cortometraggio su un Clown che sbarca il lunario facendo feste di compleanno, vincitore al Cefalù Film Festival e selezionato all’Ischia Film Festival. Nel 2018 gira “Snuff” web serie di 5 episodi ispirata agli Snuff Movies

Sergio Mario Ottaiano, classe ’93, Dottore in Lettere Moderne alla Facoltà di Lettere e Filosofia Federico II di Napoli. Musicista, giornalista, scrittore, Social Media Manager, Digital PR e Copywriter. Presidente del giornale Terre di Campania. Collabora per Music Coast To Coast, Fumettologica, BeQuietNight e MusicRaiser. Ha pubblicato svariati racconti e poesie in diverse antologie; pubblica con Genesi Editrice il romanzo dal titolo “Un’Ucronìa” Il 1/4/2014; pubblica con Rudis Edizione il saggio dal titolo “Che lingua parla il comics?” il 23/1/17.

Commenta