Dal 23 al 31 luglio Vico Equense ospita la sesta edizione della Mostra Internazionale del cinema sociale

Nella splendida cornice offerta dalla penisola sorrentina, nella calda e suggestiva località di Vico Equense, dal 23 al 31 luglio si terrà la sesta edizione del Social World Film Festival, Mostra Internazionale del cinema sociale ed unica rassegna cinematografica dedicata al sociale in ogni sua sfaccettatura e rivolta ai registi under 35.  Tema di questa edizione “Sogno: desiderio, speranza, passione”, di cui la locandina con protagonista Massimo Troisi e Marcello Matroianni nel film Che ora è? di Ettore Scola, funge da celeberrimo esempio.

L’obiettivo del festival, come suggerito dalle parole dell’ideatore Giuseppe Alessio Nuzzo, è quello di spingere i giovani ad una riflessione matura e consapevole della realtà che li circonda, in antitesi con l’incalzante routine di cui tutti noi siamo protagonisti e in contrapposizione con quella frenetica incapacità di fermarsi e guardarsi intorno. In questo senso il cinema riuscirebbe ad ottemperare al suo ruolo primario, che non è circoscritto solamente al momento sociale e culturale di per sé imprescindibile, ma che convoglierebbe le sue energie in quell’azione tanto necessaria quanto trascurata dell’entrare in contatto con l’altro in maniera empatica.

L’esperienza di cooperazione ed integrazione che offre il cinema soprattutto tra i ragazzi, a cui è principalmente rivolta la kermesse, è un punto di partenza per dare vita ad altre esperienze, testimonianze, e per avvicinarsi ad altre opportunità. In quest’ottica, il Social World Film Festival cerca di organizzare ed avvicinare proprio quel materiale e quei lavori, molti dei quali realizzati a basso costo e vicini alle tematiche sociali, che altrimenti non troverebbero fruizione verso il grande pubblico perché frutto della mente artistica di personalità del cinema perlopiù giovani e poco conosciute, ma non per questo meno valide.

La kermesse si articolerà in sei sezioni: la selezione ufficiale, la sezione focus, la sezione smile, la sezione mercato, la Notte del cinema e la Città del cortometraggio. Verranno proiettati cento film di cui venti in anteprima assoluta, in concorso e fuori concorso, alcuni dei quali proveniente da 17 diversi paesi. All’interno del festival saranno svolte numerose attività vicine al cinema, come workshop e convegni che vedranno la partecipazione di produttori, distributori e registi. Ci saranno interessanti focus su prodotti cinematografici di rilevanza nazionale come la serie tv Gomorra e il film Lo chiamavano Jeeg Robot di Mainetti, oltre che numerosi ospiti d’eccezione, tra cui Ornella Muti, che riceverà il premio alla carriera e sarà proclamata ambasciatrice nel monto dell’evento.

Bellissima la scenografia scelta per la carrellata di documentari e cortometraggi che si terrà in spiaggia lunedì 25 luglio per la sezione La Notte del Cinema, mentre martedì 26 luglio sarà interamente dedicata al Mercato europeo del cinema giovane ed indipendente, fortemente voluta dall’ideatore Giuseppe Alessio Nuzzo per dare l’opportunità ai giovani talenti di esprimersi.

Di grande rilevanza internazionale, il Social World Film Festival rappresenta una magnifica opportunità per i giovani talenti all’interno del mondo del cinema e non solo, per farsi conoscere e socializzare, creare contatti e mettere in mostra il proprio lavoro, sottolineando ancora una volta come la Campania può essere centro focale di cultura e rinnovamento.

2 pensieri riguardo “Social World Film Festival, kermesse cinematografica dedicata al sociale

Commenta