Il 29 novembre Emilio Carrino pubblica in anteprima un singolo del suo album d’esordio. Si chiama “Talking to the Moon” ed è un brit pop avvolgente, tra delusioni d’amore e speranze ancora accese.

A chi non è capitato, almeno una volta nella vita, di venire delusi dall’amore? È un’esperienza che tutti viviamo e, per quanto personale possa essere, le sensazioni che provoca sono quasi universali. Ad un tratto ci si sente soli, inglobati da una delusione così intensa da insidiarsi nel corpo e nella mente; incompresi e insieme incapaci di comprendere ciò che succede. Però, come nei migliori paradossi, anche nello sconforto più totale la speranza di poter rivivere quell’amore rimane sempre accesa, convivendo col suo esatto opposto. Ecco, questo è lo scenario ripreso da “Talking to the Moon”il nuovo singolo di Emilio Carrino. Uscito il 29 novembre, dà un assaggio di ciò che sarà il disco d’esordio del cantante napoletano, “La mia valigia”, di cui è programmata l’uscita nel 2020.

Dopo pochi secondi di intro, ecco che la voce di Emilio irrompe sulla scena. Calda, piena, espressiva: si intuisce già dalle primissime note che si rimarrà soddisfatti alla fine dell’ascolto. Con la sua intensità e i vibrati avvolgenti potrebbe pure bastare da sola, ma l’arrangiamento musicale che l’accompagna ne amplifica ulteriormente le qualità, calzandole a pennello. E così, con grande semplicità, il nostro cantante trasporta chi l’ascolta alla stessa finestra dove lui si affaccia e si rivolge alla luna. A lei, la vera protagonista di questo singolo, intona una richiesta piena di passione e speranza: poter rivivere, ancora una volta, quell’amore tanto sofferto quanto desiderato.

Senza dubbio quello di Emilio Carrino è un lavoro interessante e fa ben sperare per l’intero disco che potremo sentire nel 2020. Stando alle parole dell’artista, sarà un intreccio tra black music e cantautorato italiano: un connubio insolito che suscita non poca curiosità.

Commenta