Ama la musica e regala un Vinile. DiscoDays regala una giornata di musica e di dischi al suo pubblico con Vinylove

Domenica 10 febbraio si è conclusa la prima edizione di “Vinylove “ alla Casa della Musica di Napoli, organizzata da Juppiter e dal Teatro Palapartenope in collaborazione con Radio Marte, e presentata dalla vulcanica Mary Boccia, un’intera giornata dedicata alla musica, all’esposizione e vendita di migliaia di vinili, CD oltre alla presentazione di diversi progetti musicali e showcase.

Novità di tale edizione, sintetizzata perfettamente dal claim “Ama la musica, regala un vinile”, è stata l’idea di partecipare al concorso indetto in tale giornata che consisteva nel farsi fotografare con l’acquisto di un vinile o di un CD da regalare alla persona che si ama, in piena linea con l’avvicinarsi di San Valentino, per poter avere la possibilità di partecipare all’estrazione di un week end nella località da loro stessi scelta, e allo stesso tempo avere la possibilità di riservarsi una tessera che darà loro diritto a vantaggi esclusivi in occasione della prossima edizione di DiscoDays che si terrà nella prossima primavera, probabilmente agli inizi di maggio.

La giornata è iniziata con tutti gli espositori pronti con i loro personali espositori nella sala centrale della Casa Della Musica mentre sul palco dalle ore 11 si sono avvicendati interessantissime esibizione live di Marcondiro, artista, musicista e produttore che riesce a tradurre in musica, in composizioni assolutamente originali, le storie del mondo con un’ironia caustica e grottesca e Profugy che hanno presentato l’ultimo album “Stato confusionale” , secondo album della band, pubblicato dall’etichetta Uroboro Music, 11 brani scritti ed arrangiati da Max Lauritano che oscillano tra il folk e il pop rock evoluto. Nel pomeriggio le esibizione live sono continuate con il gruppo AcquaZone , seguiti dalla presentazione di un progetto straordinario, un’iniziativa di promozione dell’audiovisivo che elegge il file sharing ad un unico vero mezzo di condivisione delle idee, opera di Nicodemo, produttore, insieme a Luigi Marmo, Giovanni Paglioli, Roberto Policastro e Ronan Chris Murphy, fatto dell’incontro tra immagini, parole e suoni “We transfer” che vede la partecipazione di 100 musicisti tra i più bravi dell’ambito della scena musicale campana (tra loro Roberto Dell’Era degli Afterhours, Riccardo Tesio dei Marlene Kunz e Tony D’Alessio del Banco del Mutuo Soccorso) i quali insieme sono riusciti a creare “a distanza” un progetto che esprime ed esalta le potenzialità del ditigale per fare e divulgare cultura. La serata si è conclusa con lo showcase live dei Malatja, storica band campana sulla scena rock grunge da ben 25 anni e che ha presentato, con grande successo di pubblico, il loro quinto album “Ruminogioia” che rappresenta il disco della maturità artistica della band e dal quale Paolo Sessa, leader e fondatore del gruppo nonché voce e chitarra dei Malatja, Camillo Mscolo alla batteria, Daniela di Martino al basso hanno presentato alcuni brani del disco come “Pensi mai”, “Odio settembre”, “Conquisteremo l’ikea” (del quale uscirà il videoclip il prossimo 14 febbraio), concludendo il loro showlive con un brano storico della loro produzione musicale “Stracciacore”, invitando tutti al loro prossimo concerto live domenica 17 febbraio al Kestè di Napoli.

Appuntamento per l’edizione primaverile di Disco Days il 11 e 12 maggio per nuove proposte e progetti musicali sempre di altissimo livello.

Commenta