XXI Edizione del Disco Days: il Vinile e la musica protagonisti assoluti alla Casa della Musica di Napoli

Si è conclusa domenica 14 ottobre la XXI Edizione della Fiera del Disco e della Musica Disco Days che ha visto, dal pomeriggio di sabato fino a a domenica sera, un vero e proprio incontro tra la musica e la cultura non solo musicale ma anche tra generazioni, modi di vivere la musica e l’arte in generale, trasformando il palazzetto della Casa della Musica in un luogo di incontro tra chi crea la musica e chi la promuove, tra i musicisti stessi e le case discografiche, tra gli espositori di vinili e cd e gli appassionati che fanno di tale oggetto il modo per poter “assaporare” la musica del proprio cuore e che in questi due giorni cercano, tra i tanti espositori presenti il disco a lungo desiderato. Ideata ed organizzata da Nicola Iuppariello della Iuppiter, in collaborazione con il Teatro Palapartenope e Vincenzo Russo di Veragency, la Fiera è arrivata alla sua undicesima edizione, offrendo in due edizioni all’anno un’occasione unica per poter vivere la musica, il mondo del vinile e tutto quello che ruota intorno ad esso in maniera assolutamente emozionante. Per due giorni la Casa della Musica si trasforma davvero in una “casa” dove la musica ne è l’assoluta protagonista. Oltre ai più importanti espositori di dischi in vinile provenienti da tutta Italia, esperti assoluti di tale mondo capaci di portare alla manifestazione dischi appartenenti a qualsiasi genere musicale, compresi dischi per collezionisti, al Disco Days ci sono concorsi, workshop, tavole rotonde, mostre e ovviamente live showcase sia di giovani talenti che di artisti affermati del panorama artistico sia napoletano che nazionale.

La prima novità di questa edizione è il concorso ideato in collaborazione con Hilux Vinyl, azienda italiana produttrice di dischi in vinile, rivolto esclusivamente alle etichette discografiche indipendenti, per assegnare la stampa gratuita di 300 album in vinile. Per quest’anno un’apposita giuria formata da Giordano Sangiorgi (MEI Meeting degli Indipendenti) Nicola Iuppariello, Vincenzo Russo, Giulio Di Donna (Hungry Promotion) Massimo Addes (Hilux Vinyl) ha assegnato il premio alla band BPF –Blue Parrot Fishes.

Grazie alle partnership con due tra i più importanti festival partenopei, il Comicon e il Napoli Film Festival sono sati presentati in esclusiva il libro a fumetti e l’album del cantautore Daniele Celona, insieme ad una mostra davvero strepitosa, e con lo storico festival cinematografico è stato presentato lo spin-off delle Videoclip Sessions, la nuova sezione che il festival partenopeo ha dedicato alla musica e le immagini, proiettando in heavy rotation. una selezione dei migliori video musicali prodotti quest’anno che ha conquistato il pubblico presente.

Nell’ambito dei libri dedicati al mondo musicale sono state ben tre le presentazioni previste per tale programma: il giornalista di Ondarock.it, Corriere del Mezzogiorno e ilMucchio.it Giuliano Delli Paoli  ha presentato “Levante. Caos dentro” edito da Arcana,
Francesco Nunziata, redattore di ondarock.it ha presentato, scritto per Arcana Edizioni “Captain Mask Replica. Vita e arte di Don Van Vliet / Captain Beefheart” un elogio ad uno degli artisti più importanti e mitizzati dell’intera storia del rock e
Antonio Tricomi (giornalista de La Repubblica) ha presentato, scritto con il compianto Gianfranco Coci, “Bob Dylan. Parliamone” (Guida editori) accompagnato dal set acustico del cantautore Valerio Bruner che ha eseguito alcuni dei brani più famosi della discografia del poeta/musicista mito indiscusso della musica internazionale.

 

Ampio spazio durante tutto il week end è stato dato alla musica live, iniziando sabato pomeriggio con Aniello Misto che ha presentato “Partenope” il suo nuovo album edito dalla casa discografica “Sud in Sound” seguito dall’esibizione di Rosa Chiodo con il singolo “Se tu ci sei” (feat Mario Rosini), e dal live di Urban Strangers il giovane duo campano, protagonisti di X Factor Italia, che hanno presentato il nuovo album “U.S.” appena uscito per Sony Music Italy, concludendo con i live di Tommaso Primo con il suo ultimo album “3103” edito per Full Heads, Arealive e Warner Music Italy che vede il cantante napoletano intraprendere un nuovo viaggio introspettivo verso temi e musicalità nuove come quella dell’elettronica che dona al suo modo di raccontare la musica un risvolto decisamente coinvolgente, il live di Claudia Megré che ha fatto un vero e proprio concerto esibendosi in brani di sua composizione e cover delle più importanti voci del rock internazionale come Pink Floyd e Cindy Lauper, concludendo con l’esibizione in piena essenza rock progressive della band degli Hydronika e le sonorità del loro ultimo album “Cobalto”.

 

La domenica invece ha visto sul palco della Casa della Musica l’esibizione del gruppo La Terza Classe e l’anteprima del loro ultimo EP dal titolo omonimo, un insieme di musica bluegrass e folk che sarà pubblicata da Polosud Records a fine ottobre, e l’esibizione del gruppo rap “Resurrextion” per la presentazione dell’album omonimo con la voce di Anna Soares,  seguita dalla presentazione in anteprima di alcuni brani del nuovo disco di Raiz & RadicantoNeshama” e l’assegnazione allo stesso Raiz una delle voci più particolari ed importanti del panorama musicale napoletano del  Premio Disco Days alla carriera, concludendo la serata live con l’esibizione di un gruppo tutto al femminile Mujeres Creando, che hanno presentato alcuni brani del loro nuovo album “Le stelle sono rare” edito da Apogeo Records conquistando il pubblico con la loro particolarissima musica che attraversa ogni genere musicale.

Grande novità di quest’anno la presentazione della compilation “DiscoDays Twenty” in tiratura limitata (solo 300 copie) in due dischi, uno con copertina bianca e l’altro con copertina rossa (i colori di Disco Days), quella bianca riporta i successi dei giovani talenti, quella rossa dei big che sono stati premiati nel corso di queste venti edizioni. Il disco è una testimonianza della passione per la musica, del lavoro fatto e del merito attribuito agli artisti invitati e premiati in questi anni ed ha un valore simbolico e collezionistico in quanto, oltre alle copie numerate previste, non sarà messo in vendita. Un vero e proprio oggetto importante quanto prezioso per gli appassionati del Vinile e della musica in generale.

Ultima novità al quale speriamo di dare ulteriore spazio nelle prossime settimane è stata la presentazione del trailer di “Vinilici. Perché il vinile ama la musica” un vero e proprio docufilm ideato da Nicola Iuppariello – già curatore del volume “Vinilici. La passione per il disco” e scritto insieme a Vincenzo Russo,  prodotto da Iuppiter.eu e realizzato da Napoli Film Industry con la regia di Fulvio Iannucci,  il primo film completamente italiano dedicato al mondo del Vinile, che vede la testimonianza di tantissimi artisti, scrittori, musicisti, registi veri e propri appassionati di tale particolarissimo oggetto e che sarà presentato a Roma all’Indipendent film Festival oltre ad essere presentato nelle sale dei cinema di tutta Italia. Il film è stato sostenuto da centinaia di appassionati  grazie ad una campagna di crowdfunding che ha permesso di raccogliere le risorse necessarie per la sua realizzazione e che sono stati premiati, oltre che dalla presentazione in anteprima del trailer del film, anche con un’apposita ricompensa prevista per la loro donazione consegnata all’interno di questa edizione.

Appuntamento alla prossima Edizione di Disco Days nella prossima primavera per poter avere, ancora una volta, l’occasione di vivere la Musica in tutte le sue dimensioni.

 

 

Annamaria De Crescenzo, è stata contagiata dal suo compagno in questa passione per la fotografia. Grazie prima ad una macchina professionale Nikon ha imparato a “guardare” gli Artisti sul palco con un “occhio” completamente diverso. Nel 2014 ha contribuito a trasformare la semplice passione di entrambi in un progetto concreto: nasce SpectraFoto, con quale entrambi si sono dedicati, come fotografi free lance, alla fotografia di eventi, rassegne e festival musicali, oltre che di spettacoli teatrali e musical non solo su Napoli ma anche sul territorio campano e nazionale. A tale passione della fotografia, dal 2016 ha unito anche un’altra sua passione: raccontare, non solo con le immagini ma anche con le parole gli aspetti più salienti della carriera degli Artisti fotografati, le recensioni del concerto stesso, in alcuni casi correlandole con brevi interviste.

Commenta