Musica, cultura, spettacoli, mostre, eno-gastronomia, ma non solo: alla Corte del Gusto è l’evento di Terre di Campania, creato per chi ama questa terra

C’è da chiarire un punto per questo editoriale. Terre di Campania è un giornale, un portale web che si occupa di promuovere, attraverso articoli dedicati e approfonditi, il bello e del buono della regione Campania. Corretto. È vero. Ma prima ancora, Terre di Campania è un’associazione culturale che conta una ventina di iscritti, e più di un migliaio fra sostenitori e simpatizzanti che nel corso dei, ormai, cinque anni di attività hanno preso a cuore il nostro progetto innamorandosi del messaggio che veicoliamo: comunicare un’altra Campania.

Diversa, sorprendente, affascinante.

Tre anni fa, Giuseppe Ottaiano, imprenditore innamorato della sua regione fin dalla tenera età – con trascorsi nel mondo dello scoutismo e dell’attività sociale in generale – dopo aver speso più di dieci anni nel visitare in lungo e in largo la Campania, ricercando, scoprendo, ammirando, le infinite bellezze e tradizioni che la appartengono, ha deciso di riunire queste eccellenze in un momento unico al fine di renderle disponibili e fruibili a tutti coloro che con passione guardano al buono e al bello di questo territorio.

Nasce così la manifestazione alla Corte del Gusto, che da tre anni si tiene nel comune di Marigliano nel Palazzo Castello Ducale della città. L’evento comincerà proprio questa mattina!

Leggi e scopri il programma della manifestazione.

Ma cos’è alla Corte del gusto?

Un evento che riunisce l’arte, lo spettacolo, la musica, l’eno-gastronomia, le tradizioni e le eccellenze che rendono unico il nostro territorio. Un evento che si concentra in quattro giorni – quest’anno un po’ di più grazie alla rassegna teatrale “Il gusto del Teatro” (3 e 4 Dicembre), e “Il gusto del Natale” (dal 18 dicembre al 6 gennaio) – in prossimità dell’Immacolata. Quest’anno l’appuntamento è dall’8 all’11 dicembre, stesso luogo e con un programma di tutto rispetto.

Forse, con questa risposta non abbiamo soddisfatto la domanda.

Cos’è, davvero, alla Corte del Gusto?

 

Non è solo una manifestazione, o un evento. No. È un momento per fare il punto della situazione. È il momento per comprendere, condividere, e capire dove si trova la nostra terra nell’immaginario dei suoi stessi abitanti. È un momento ideato per permettere a quanti sottovalutano le cinque province di comprendere l’infinito potenziale delle stesse e il desiderio di rivalsa che batte, pulsante, nel cuore di ogni cittadino che crede ancora nel cambiamento. È un momento per sorridere, stare insieme, vivere nel clima delle feste lo spirito del positivismo. È un evento organizzato e realizzato da ragazzi giovani, volontari e non, che hanno permesso all’abilità coinvolgente dell’associazione di rapirli, risvegliando in loro il desiderio di rimboccarsi le maniche e lavorare per il territorio. Alla Corte del Gusto non è una sagra, non è una fiera, non è una manifestazione, è il cuore pulsante di una Campania che concretamente vuole mostrare la sua veste più bella. Un luogo e un momento in cui la “social catena” leopardiana si concretizza, si materializza, per uno scopo ultimo di grande importanza: dar voce all’eccellenza, in ogni campo, che da sempre contraddistingue la nostra regione.

Noi ci crediamo. Soprattutto crediamo nel fatto che anche voi possiate crederci.

Copertina di Masako Nishi

 

Sergio Mario Ottaiano, classe '93, Dottore in Lettere Moderne alla Facoltà di Lettere e Filosofia Federico II di Napoli. Musicista, giornalista, scrittore, Social Media Manager, Digital PR e Copywriter. Presidente del giornale Terre di Campania. Collabora per Music Coast To Coast, Fumettologica, BeQuietNight e MusicRaiser. Ha pubblicato svariati racconti e poesie in diverse antologie; pubblica con Genesi Editrice il romanzo dal titolo "Un'Ucronìa" Il 1/4/2014; pubblica con Rudis Edizione il saggio dal titolo "Che lingua parla il comics?" il 23/1/17.

Un pensiero riguardo “Cos’è alla Corte del Gusto. Quattro giorni e più di eventi e associazionismo

Commenta