L’ottima Pasta di Gragnano, conosciuta come una delle migliori in tutto il mondo, è la protagonista della Festa della Pasta di Gragnano, nei giorni 28 e 29 settembre a Gragnano.

 

La Pasta di Gragnano è piuttosto antica. Risale al XVI secolo, ma è dal secolo successivo che sarebbe stata identificata come “l’oro bianco”. Dalla fine del XVII secolo, la Pasta di Gragnano divenne la regina delle tavole del re. Decantata perfino dai poeti, la pasta avrebbe accresciuto la sua fama nel corso degli anni, divenendo un ottimo prodotto consumato quotidianamente dagli italiani. La Pasta di Gragnano, in particolare, è riconosciuta dal 2013 come prodotto di Indicazione Geografica Protetta (IGP). Essere un prodotto IGP significa che il prodotto è originario di una determinata zona, che tramite alcune specifiche caratteristiche del territorio e della lavorazione specifica, lo rende impossibile da riprodurre in fabbrica o in altri modi.

La celebrazione di un prodotto così squisito e irripetibile avrà la sua naturale sede proprio a Gragnano, nei giorni 28 e 29 settembre. L’evento è gratuito, accessibile a tutti, però si pagheranno al modico prezzo di 5 euro due piatti di Pasta di Gragnano e una bottiglia d’acqua. Sarà presente anche Renzo Arbore con l’Orchestra Italiana. I maestri pastai, inoltre, illustreranno le tecniche della lavorazione della pasta, con le visite organizzate nei pastifici. Di seguito il programma dettagliato dell’evento:

  • Sabato 28 settembre: dalle 18, visita alla Valle dei Mulini, il percorso si conclude al Mulino Castello. Dalle 19, Street Pasta con la degustazione dei piatti tipici a Via Roma. Dalle 21 30, concerto di Renzo Arbore con l’Orchestra Italiana in Piazza Amendola.
  • Domenica 29 settembre: dalle ore 10, visita alla Valle dei Mulini e conclusione del percorso al Mulino Castello. Dalle 10 alle 14, visita nei Pastifici dalla durata di mezz’ora circa per 200 persone. Dalle 12, Street Pasta in Via Roma.

Quando: 28 e 29 settembre

Dove: Gragnano (NA)

Costo dell’evento: gratuito

Orari: sabato dalle 18, domenica dalle 10

 

Commenta