Gli incontri CULT di Gourmeet, questa settimana, dal 18 al 20 settembre, si parla di Teatro, Musica e Ambiente

Prosegue la rassegna culturale CULT negli spazi di Gourmeet, tempio della gastronomia di Via Alabardieri, con incontri di teatro e di cinema, arte e musica. Nata da un’idea di Dario Andreano, la staffetta di appuntamenti – tutti ad ingresso libero – punta a fare di Gourmeet un luogo di incontri e confronti su temi cari alla città con la partecipazione di personaggi del mondo della cultura e dell’arte. L’enoteca e l’open air dello store si trasformano per l’occasione in una sorta di salotto in cui è piacevole fermarsi ed ascoltare storie, ricordi e testimonianze.

Gli appuntamenti di Gourmet

Lunedì 18 settembre si comincia con “C’eravamo tanto…amati?” un dibattito dedicato ai fratelli Eduardo e Peppino De Filippo volto a mettere in luce il rapporto, talvolta conflittuale, che ha influenzato la vita privata ed artistica dei due attori napoletani. A guidare gli ascoltatori negli “anni di veleno amarissimo” come li definiva lo stesso Eduardo, ci saranno Giulio Adinolfi, Alessandro e Andrea Cannavale. L’evento è organizzato in collaborazione con la Libreria del Cinema e del Teatro di Napoli.

Martedì 19 settembre la rassegna prosegue con “Omaggio a Vian” un appuntamento musicale per ricordare il compositore napoletano Antonio Viscione che compose la musica di celebri canzoni del repertorio napoletano come “Luna Rossa” divenuta un successo internazionale, cantata da artisti di tutto il mondo e tradotta in diverse lingue. A 50 anni dal 33 giri del cantautore napoletano Sergio Bruni, pubblicato nel 1967 e intitolato proprio “Omaggio a Vian”, Dora Viscione figlia di Antonio Viscione racconterà ai presenti la vita e l’ascesa artistica di suo padre. Tra gli ospiti presenti anche Mirna Doris, Salvatore Palomba, Mario Trevi, Mario Maione e Antonello Rondi.

Mercoledì 20 settembre il salotto di Gourmeet ospita il biologo Maurizio Simeone, fondatore del CSI Gaiola ONLUS, responsabile del CeRD Centro Ricerca e Divulgazione del Parco Sommerso di Gaiola e responsabile scientifico per il monitoraggio biologico-ambientale dell’AMP. Simeone che da molti anni porta avanti attività di divulgazione e ricerca scientifica applicata all’ambiente marino costiero, spiegherà ai presenti il lungo lavoro di recupero che ha permesso a La Gaiola di diventare un sito di eccellenza per lo studio e la diffusione delle risorse naturalistico-archeologiche, recentemente intitolato Area Marina protetta più amata d’Italia.

Commenta