Lo spazio nel cuore dei Quartieri Spagnoli apre al pubblico la seconda stagione di attività per il Teatro La Giostra di Napoli.

È affidata all’evento speciale “Le giornate di Napoli- FTIS” l’inaugurazione della nuova stagione di attività al teatro “La giostra” di Napoli, luogo di creazione e di fermento culturale del territorio. L’obiettivo della prima stagione è stato quello di restituire alla città un luogo dismesso e dimenticato, trasformandolo in un “teatro di territorio” vivo e accogliente. Grazie all’impegno dell’associazione omonima da cui nasce, il teatro La Giostra è divenuto così uno spazio multidisciplinare impegnato in progetti di formazione teatrale rivolti a professionisti e non, alle scuole e alle comunità di immigrati.

Considerando che il Teatro La giostra – sottolineano le direttrici Maria e Valeria Tavassi – è una realtà giovane, per il luogo in cui opera oggi, e la criticità del momento storico e politico della cultura, ci possiamo ritenere soddisfatte del lavoro svolto fino ad oggi. Abbiamo, con enorme impegno, recuperato un luogo non luogo, trasformato in un teatro, peraltro unico a pianta centrale in città, abbiamo proposto e continueremo a proporre spettacoli che rispecchiano la linea artistica di questo spazio.

La stagione teatrale 2018/ 2019 vedrà alternarsi in scena opere di artisti come Cristina Pezzoli, Marcello Cotugno, Davide Dolores, Gianpiero Borgia, Massimiliano Rossi, Biagio Abenante, Massimo Finelli, Maria Angela Robustelli, Lucio Allocca, Giuseppe Sollazzo, Angela Di Maso, Guglielmo Lipari, Luisa Corcione, Crown Theater, Patrizia Spinosi, Fiorenza Calogero, Maurizio Murano, unitamente al debutto della nuova produzione a firma di Maria e Valeria Tavassi.

Ben diciotto appuntamenti in programma che, da ottobre fino a maggio 2019, continueranno a tracciare i contorni della linea artistica della sala in via Speranzella.

A inaugurare le attività sarà il festival di teatro sociale degli istituti superiori a cura del teatro stesso: l’evento proporrà tre giorni di teatro per scuole selezionate in base all’impegno dimostrato nell’ambito della formazione teatrale, intesa anche come approfondimento del percorso didattico. Padrino d’eccezione sarà Luca Attanasio, giornalista e scrittore che, il giorno 17 alle ore 18, darà il via all’evento con un incontro/ reading dal titolo “I bambini Ulisse. Il fenomeno dei migranti minori non accompagnati tra cronaca e letteratura, realtà e teatro”, e la presentazione della seconda edizione del suo libro “Il Bagaglio. Storie e numeri del fenomeno dei migranti non accompagnati”, con il contributo di Roberto Saviano.

PROGRAMMAZIONE:

  • da venerdì 26 ottobre “Canticòpera”, spettacolo  tratto dall’opera Annibale Ruccello, con Patrizia Eger, Michelangelo Esposito, Daniele Sannino, Chiara Cucca, Sabrina Gallo, Matteo De Luca, Eleonora Migliaccio, Sissy Brandi, Valentina Vittoria, Federica Morra, per la regia di Massimo Finelli;
  • da venerdì 9 novembre “6 maggio 1938”, opera liberamente ispirata a “Una giornata particolare”, con Marco Abate e Anna Rapoli, adattamento e regia Guglielmo Lipari;
  • da venerdì 23 novembre l’Associazione “Progetto Teatro”presenta “La vita accanto” di Mariapia Veladiano con Monica Menchi, per la regia di Cristina Pezzoli;
  • da venerdì 30, “La Pirandelliana” presenta “Leni, il trionfo della bellezza”di Irene Alison, interpretato da Valentina Acca e diretto da Marcello Cotugno;
  • da venerdì 14 dicembre in prima assoluta, Biagio Abenante porterà in scena Mozart e Salieri da “Aleksandr Sergeevič Puškin”, nella traduzione del maestro Roberto De Simone;
  • da venerdì 11 gennaio sarà disponibile lo spettacolo “Omu Cani”scritto, diretto e interpretato da Davide Dolores e presentato da Dedalo Furioso;
  • da mercoledì 23 gennaio “AdEst – La trilogia della guerra”, un progetto ideato e diretto da Massimiliano Rossi e presentato da TaRatatà;
  • da martedì 19 febbraio “Teatro dei Borgia” presenta “Il Trasporto dei Miti”con due originali e inediti allestimenti, che s’incroceranno lungo la programmazione: “Medea per strada”, con Elena Cotugno, ed “Eracle”, con Michele Maccagno, entrambi diretti da Ganpiero Borgia;
  • da venerdì 1 marzo “Ecce Virgo” con Gianni Lamagna e Francesca Rondinella;
  • da venerdì 15 marzo “Due chiacchiere al parco” di Lucio Allocca da “Confusioni”di Alan Ayckbourn;
  • da venerdì 22 marzo “Una sera ho sognato Pina Bausch”, con Michele Romeo, Fortuna Montariello, Antonio Tomberli, Attilio Marino, Cristina Sica, Giusi Palmisani, Giuseppe Nardini, Nando del Vecchio, Agata Spina, Antonino Scialdone, Brunello de Feo, Costantino Punzo, Giuditta Pollice, Mariella Avellone, drammaturgia e regia di Giuseppe Sollazzo;
  • da venerdì 5 aprile “Origami” di Enrico Manzo, che si avvale della regia di Luisa Corcione;
  • da giovedì 11 “Sangue amaro”di Angela Matassa, nell’adattamento e la regia di Maria e Valeria Tavassi.

La programmazione teatrale si concluderà, venerdì 24 maggio, con “Full ‘e fools” di Paolo Romano, con Rossella Amato Gianluca d’Agostino Marcella Granito Paolo Romano e il piccolo Gabriele Carlo D’Aquino, per la regia di CrownTheater, presentato da Crown Theater & L.A.A.V. Officina Teatrale.

La proposta artistica del Teatro La giostra di Napoli estenderà lo sguardo anche sulla musica, cui dedicherà, nel mese di dicembre, “Musica in …Giostra”, un focus di una settimana con tre appuntamenti consecutivi. Si parte mercoledì 5 dicembre con “Una notte con le stelle e con te” di e con Maurizio Murano. Venerdì 7 sarà la volta di Fiorenza Calogero in “Fiorenza canta Viviani”, e sabato 8 di Patrizia Spinosi in “La faccia immacolata”.

Nell’ambito della prossima stagione inizierà la collaborazione con la giornalista e scrittrice Angela Matassa, curatrice di “Giovedì in…Giostra” (incontro con il libro), un ciclo di appuntamenti pomeridiani dedicati all’editoria. Un’occasione per riscoprire il piacere della lettura su carta, per riassaporare il contatto con la pagina stampata: sfogliare, cercare, ricordare frasi e pensieri, sentirne il gusto.

Il progetto è rivolto a editori e autori che vogliano proporre le loro opere attraverso una vivace intervista e la lettura delle pagine del volume eseguita da attori e attrici.

Anche il teatro scuola avrà ampio spazio durante la prossima stagione, ed è in fase organizzativa un ciclo di serate dal carattere ludico, in cui è possibile ritrovarsi dinanzi ad un aperitivo, assistere a eventi performativi e ascoltare buona musica nella sala di via Speranzella, sempre più luogo di aggregazione e condivisione.

Terre di Campania è un progetto in continua evoluzione che si occupa di promuovere il buono e il bello della regione Campania attraverso la conoscenza e la diffusione di bellezze paesaggistiche e artistiche, di bontà culinarie, della cultura, di news, di eventi e azioni mirate sul territorio.

Commenta