Il 14 agosto a Caposele si terrà la quinta edizione del Jazz&Wine all’ombra del campanile, evento che mira ad esaltare due mondi diversi: il vino e jazz.

Il 14 agosto a Caposele in provincia di Avellino si terrà la quinta edizione del Jazz&Wine all’ombra del campanile. Quest’ultima si conferma ancora una volta come una delle rassegne più seguite e conosciute nel panorama musicale dell’Irpinia e della Valle del Sele.
Esattamente, vi starete chiedendo, cos’è Jazz&Wine all’ombra del campanile? È il connubio tra due mondi apparentemente distanti, quello dell’ottima musica jazz e il vasto ed esclusivo mondo dei vini.
Un’atmosfera incantevole vi accompagnerà lungo tutta la sera destinata alla musica che ha dato le origini al rock, al sorseggiare i migliori vini italiani e alla degustazione di prodotti tipici della zona. Tutto ciò sarà accompagnato dalla suggestiva location di quest’anno: Parco Saure, situata ai piedi del campanile, tra le cantine incastonate nella roccia a ridosso delle Sorgenti del Fiume Sele.


La serata si prospetta all’insegna del divertimento, ricca di appuntamenti secondo quest’ordine:

Alle ore 19 si aprirà la serata con un aperi-jazz con degustazioni e visite guidate all’interno dell’antiche cantine che trasudano acqua sorgiva;

Alle ore 21 ci sarà l’apertura degli stand enogastronomici con degustazioni guidate dei migliori vini italiani, taglieri di prodotti a km zero;

A seguire alle 21,30 ad aprire la serata saranno gli Radeva Trio composto da Giovanni Rago (chitarrista), Domenico De Marco (batterista) e Ergio Valente (bassista e tastierista);

Alle 22,30 si esibirà il Dea Trio di cui fanno parte Andrea Rea (pianista), Daniele Sorrentino (contrabbassista) ed Elio Coppola (batterista) con la presenza di Stefano Di Battista come special guest.

Caposele ha l’obiettivo di diffondere questi due aspetti della cultura, con lo scopo di sensibilizzare le persone nei confronti del patrimonio culturale che esse rappresentano. Giunti ormai alla quinta edizione, anche quest’anno Jazz&Wine si afferma come un’iniziativa che sostiene e risalta la tradizione della musica jazz unita al buon vino, non solo a livello provinciale ma in tutta la Campania.

Sono Angelamaria Saturno (per tutti Angela), ho quasi 18 anni, abito ad Acerra e frequento il liceo linguistico. Sono un'avida lettrice di libri e una sognatrice ad occhi aperti. Nel tempo libero mi diletto nella scrittura e nello sport. Sono molto ottimista e difficilmente getto l'osso, chi mi conosce lo sa! Questo progetto è un grande portone che si è spalancato per me e ne sono grata perché è ora che si dimostri che la Campania non è solo spazzatura.

Commenta