La terza classe al Museum Shop&Bear. La band ospite della rassegna Polosud Records & Be Quiet sarà aperta dal Befolko

Il mondo passa da Napoli e Napoli viaggia per il mondo. “La Terza Classe” è una prova di quanto la musica diventi internazionale in questa città, su un palcoscenico che nulla si preclude e che da tutto attinge. Il 20 aprile al Museum Shop&Bar (Largo Corpo di Napoli, 3), dalle ore 21, la band sarà ospite della rassegna di successo targata Polosud Records & Be Quiet.

Dal bluegrass del Kentucky al dixieland o early jazz degli stati del Sud fino ad arrivare alle canzoni da jug band, La Terza Classe riesce a far viaggiare a tutte le latitudini con il suo sound rafforzato dalla teatralità e dall’espressività tipicamente napoletane. La sua storia somiglia ad un film. Scoperto dal musicista e compositore americano plurivincitore del Grammy Award, Jim Lauderdale, il gruppo, oltre a partecipare per ben quattro volte negli Stati Uniti al Music City Roots, noto varietà musicale che si tiene a Nashville, ha potuto approfondire, nel corso degli anni, le radici della musica che produce.

Dopo il live di apertura de il Befolko, all’anagrafe Roberto Guardi, la Terza Classe si esibirà in trio con Enrico Catanzaritti (voce e rullante), Pierpaolo Provenzano (voce e chitarra), Rolando “Gallo” Meraviglia (voce e contrabasso).

Un pensiero riguardo “La terza classe al Museum Shop&Bear

Commenta