Alla rassegna enoletteraria “La Vendemmia dei Libri” irrompe la narrativa della scrittrice Clemy Scognamiglio.

 

La presentazione di ‘Qui e mai più lontano’ in programma venerdì 18 novembre

farà da prologo ad un week end dedicato al Novello con due serate in piazza

da trascorrere tra degustazioni di vini, caldarroste, tipicità locali e tanta musica

 

 

Il quarto appuntamento della rassegna enoletteraria ‘La vendemmia dei libri’ in programma a Castelvenere (Bn) si presenta con un sapore particolare. L’incontro di venerdì 18 novembre, che vedrà protagonista il libro ‘Qui e mai più lontano (da qui)’ della scrittrice partenopea Clemy Scognamiglio, farà da prologo ad un week end dedicato al vino Novello.

«Qui e mai più lontano, da qui» è la traduzione letterale di «Aquì, no màs», la formula che è una richiesta specifica, il punto preciso dove fermarsi. Queste medesime parole sono riportate in una lettera, prologo all’intero romanzo, dopo le indicazioni di una data e un luogo cruciali, Buenos Aires, 1978, scritta nell’inferno di detenzione di uno dei tanti luoghi dell’orrore che hanno caratterizzato la storia argentina, al tempo della dittatura militare del 1976. Il seguito temporale del romanzo è, invece, una storia contemporanea: la sopravvivenza a un passato silenzioso, imparato a forza, a rapporti umani, remoti e presenti, nonché a scelte obbligate, talvolta sbagliate ma determinate da un bisogno di difesa dalla disperazione della memoria.

La rassegna ‘La Vendemmia dei libri’, nata con il preciso obiettivo di riunire libri e vini in un unico contenitore culturale, per sensibilizzare il pubblico a conoscere le peculiarità dei pregiati vini castelveneresi, favorendo la fruizione del mondo dei libri, propone la presentazione di un libro a cui è associato un vitigno storico, selezionato tra le numerosissime varietà di viti che compongono il ricco patrimonio ampelografico castelvenerese. L’incontro di venerdì prossimo vedrà invece protagonista non un vitigno, ma il primo vino ottenuto con le uve dell’ultima vendemmia delle aziende castelveneresi.

Gli stessi nettari che si potranno degustare sabato 19 e domenica 20 novembre nel corso di due serate organizzate sempre da Comune e Pro Loco Castelvenere. Due serate che animeranno la centralissima piazza San Barbato (a partire dalle ore 18.30), con i visitatori che potranno degustare le etichette Novello accompagnate dalle inseparabili caldarroste. Protagonista della due serate sarà un’offerta gastronomica che propone oltre al tradizionale abbinamento tante altre tipicità locali, carni alla griglia e un assortito angolo di dolci autunnali. Il tutto accompagnato da buona musica e momenti di allegria.

La rassegna enoletteraria e le due serate di festa dedicate al vino Novello sono organizzate dal Comune e dalla Pro Loco di Castelvenere.

 

Sergio Mario Ottaiano, classe ’93, Dottore in Lettere Moderne alla Facoltà di Lettere e Filosofia Federico II di Napoli. Musicista, giornalista, scrittore, Social Media Manager, Digital PR e Copywriter. Presidente del giornale Terre di Campania. Collabora per Music Coast To Coast, Fumettologica, BeQuietNight e MusicRaiser. Ha pubblicato svariati racconti e poesie in diverse antologie; pubblica con Genesi Editrice il romanzo dal titolo “Un’Ucronìa” Il 1/4/2014; pubblica con Rudis Edizione il saggio dal titolo “Che lingua parla il comics?” il 23/1/17.

Commenta