“Cinema al femminile tra Italia e Francia” presenta: “Liberami”, il docufilm premiato a Venezia sul ritorno dell’esorcismo. Incontro con la regista Federica Di Giacomo. Lunedì 9 marzo alle ore 20 – Ingresso libero presso l’Institut Français Napoli, Via Crispi 86

Continua il ciclo di proiezioni e incontri dedicato alle registe italiane e francesi, “Cinema al femminile tra Italia e Francia“, con il film documentario “Liberami” di Federica di Giacomolunedì 9 marzo alle ore 20 all’Institut Français Napoli in Via Crispi 86 (Ingresso libero). 

L’autrice, ligure naturalizzata siciliana, documentarista e antropologa, presenterà il suo ultimo lavoro, “Liberami”, miglior film nella sezione Orizzonti a Venezia 2016, che racconta il ritorno dell’esorcismo nel mondo contemporaneo. Il docufilm segue le vicende del frate francescano Padre Cataldo, tra gli esorcisti più ricercati in Sicilia e non solo, celebre per il carattere combattivo e instancabile. Ogni anno sempre più persone chiamano “possessione” il loro malessere, in Italia, in Europa, nel mondo. La Chiesa risponde all’emergenza spirituale nominando un numero crescente di preti esorcisti ed organizzando corsi di formazione. Ogni martedì centinaia di persone seguono la messa di liberazione di Padre Cataldo e cercano la cura a un disagio che non trova altrove risposte né etichette. È la storia dell’incontro fra la pratica esorcista e la vita quotidiana dove i contrasti tra antico e contemporaneo, religioso e profano, risultano a tratti inquietanti a tratti esilaranti. 

Prossimo appuntamento lunedì 23 marzo con la proiezione di “Fiore gemello” di Laura Luchetti, con Giorgio Colangeli, Aniello Arena, Fausto Verginelli, Anastasyia Bogach, Kalill Kone. Favola nera di due adolescenti, un immigrato clandestino e la figlia di un criminale che traffica esseri umani, in fuga verso un futuro migliore.

 

La rassegna, a cura di Antonella Di Nocera, direttrice del festival “Venezia a Napoli. Il cinema esteso” e del console di Francia a Napoli Laurent Burin des Roziers, in collaborazione con Parallelo 41, proseguirà fino al prossimo luglio e proporrà proiezioni di film delle registe italiane Cecilia Mangini, Valeria Golino, Valeria Bruni Tedeschi, Susanna Nicchiarelli, Alice Rohrwacher, Margherita Ferri, e le francesi Noémie Livosvky, Celine Sciamma, Zabou Breitman, Catherine Corsini, Sandrine Bonnaire, Lou Jeunet, Sara Forestier,  Fabienne Berthaud e Marjane Satrapi. In programma una serata omaggio alla grande Agnès Varda, recentemente scomparsa, in presenza di sua figlia Rosalie Varda, e la celebrazione di due delle prime registe del cinema, precoci e indipendenti, Elvira Notari per l’Italia e Alice Guy per la Francia. 

“Cinema al femminile tra Italia e Francia” è organizzato in collaborazione con LVMH e Grand Hotel Parker’s.

Commenta