Nella cittadina irpina, ritorna dopo dieci anni il prestigioso appuntamento podistico, riconosciuto a livello regionale. Il fischio d’inizio è per il 25 aprile.

Quella di mercoledì sarà una gara podistica diretta a riportare ad Atripalda il grande sport a validità regionale. Nelle passate edizioni, l’ultima nel 2008, vi hanno aderito grandi nomi del panorama podistico nazionale, atleti provenienti da tutta Italia e Paesi esteri vi hanno partecipato per ottenere la qualificazione alle Olimpiadi di Pechino. Anche quest’edizione è patrocinata dalla Fidal L’evento sportivo è  stato fortemente voluto dalla societa’ sportiva “L’Irpinia corre” e l’Amministrazione Comunale di Atripalda. A loro il merito di aver organizzato 10km di corsa lungo le rive del fiume Sabato a cui possono aderire diverse categorie fra cui anche i bimbi e gli adolescenti. Già tantissime le adesioni, si parla di oltre cento iscrizioni locali, più quelle nuove, attese dagli organizzatori che prevedono la partecipazione di almeno 500 atleti provenienti da tutta la regione.

Per poter prendere parte alla gara, bisogna versare la quota di sei euro e mostrare il tesseramento con una società Fidal se si è atleti, oppure essere possessori di una Run Card Fidal o essere tesserati con un Ente di promozione sportiva. Invece, per chi volesse partecipare a livello amatoriale in quanto appassionato di jogging, la quota di partecipazione da versare è di dieci euro. Le iscrizioni sono aperte fino alle 12:00 del 21 aprile; ma per tutti, proprio tutti i partecipanti, è obbligatorio esibire la certificazione medica di idoneità alla pratica sportiva agonistica rilasciata da un medico dello sport. 

Nel frattempo, la macchina organizzativa procede a ritmi serrati, coinvolgendo inoltre altre associazioni: la Pro Loco, il Forum dei giovani, A Potea, Acsi, Sport 2000, Azione Cattolica ed Educazione Futura, tutti uniti per collaborare e prestare il migliore dei servizi possibili ai visitatori attesi. Quella di mercoledì non sarà solo una gara sportiva, ma l’evento può essere anche letto come un occasione di rilancio territoriale, sia per la città accostata dal Sabato che per l’intera provincia. Riportare la grande corsa in Irpinia, in Effetti, questa gara dieci anni fa era considerata una “half marathon” (di 21km), vuol dire permettere ai visitatori di conoscere l’offerta paesaggistica, culturale, enogastronomica ed ambientale che Atripalda e l’Irpinia tutta hanno da offrire. Così, l’evento sportivo verrà affiancato da ulteriori iniziative, come le visite guidate ai siti di maggiore rilevanza storica, tra cui il parco e il museo archeologico, i resti della basilica paleocristiana, Specus Martyrium e Dogana. Oppure, si potrà fare una capatina alla mostra fotografica e vedere il cortometraggio “Andare” girato alla fine degli anni ’90 ad Atripalda con la partecipazione dell’attore Luigi Lo Cascio. 

Manca solo il fischio d’inizio per entrare nel vivo di quest’attesa gara podistica che attraverso il linguaggio pulito e diretto dello sport vuol far conoscere in un giorno di festa l’importanza di Atripalda alla regione.

Commenta