Venerdì 20 dicembre 2019, all’I.C. Massimo Troisi di Napoli si presenta Natale 2019 – Presepe Vivente. L’intera manifestazione è ispirata alla frase, recentemente pronunciata da Papa Francesco, “I Re Magi videro la stella perché alzarono gli occhi”

È programmata per venerdì 20 dicembre 2019 alle ore 17.30 la manifestazione Natale 2019 – Presepe Vivente, presso l’Istituto Comprensivo Massimo Troisi di Napoli, che, come consuetudine in occasione delle festività natalizie, aprirà le porte al pubblico con il suo consolidato ed originale progetto culturale e sociale.

L’Istituto con sede a Pianura, quartiere periferico con un territorio fortemente urbanizzato e privo di adeguati luoghi pubblici di aggregazione sociale in cui la scuola continua a svolgere un ruolo educativo e formativo fondamentale, si pone come forte alternativa sociale e punto di riferimento di legalità e formazione globale, in un’ottica di inclusione e di accoglienza multiculturale sempre più complessa.

Le problematiche di disagio sociale, culturale ed economico, inducono la scuola, diretta da molti anni dalla sensibilissima Dirigente Scolastica Dott.ssa Prof.ssa Elena Manto, e in particolar modo i docenti, a impegnarsi in modo concreto e costante nella prevenzione della dispersione scolastica e dell’analfabetismo, nell’inclusione e nell’integrazione, nella valorizzazione delle diversità e delle eccellenze, nella formazione civica dei futuri cittadini, nella lotta alla criminalità, attraverso percorsi strategici che accompagnino gli alunni a comprendere l’importanza della cultura nella sua più vasta accezione.

Anche per il Natale 2019 il percorso strategico sarà una rappresentazione teatrale frutto di un laboratorio tenuto da esperti docenti formatori, con la messa in scena del Presepe vivente napoletano nel vicolo Scassacocchio, tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento. Interpreti di eccellenza saranno gli oltre 100 alunni della Scuola Primaria del Plesso Ex Centrale, da anni impegnati in attività teatrali, che faranno (ri)vivere un vicolo di Napoli, dal crepuscolo alla mezza notte, in un lontanissimo 24 dicembre.

Un intero piano dell’edificio, stenografato dalle 11 docenti con l’aiuto di numerosi genitori e del personale collaboratore, ospiterà l’evento della Nascita tra canti, voci del popolo e coreografie in uno scenario suggestivo e naturalistico, dove potersi immergere per cogliere il senso umano dell’amore, della rinascita, del riscatto, dell’attesa e dell’aggregazione.

Le stesse docenti (che collaborano insieme da più di vent’anni) e gli alunni che via via si alternano nel plesso Ex Centrale dell’I.C. M.Troisi, dalla Scuola dell’Infanzia fino alla conclusione della Scuola Secondaria di Primo Grado, sempre attraverso le attività teatrali e di video editing, hanno lavorato con grande impegno e professionalità nell’ambito di numerosi progetti ministeriali nazionali ed europei di grande rilevanza tra i quali: I giovani ricordano la Shoah (MIUR), Io esisto (Benevento Cinema e Televisione), Totò che padre, Giornata mondiale del Teatro “Scrivere il Teatro”, Io non dimentico (Fondazione Valenzi), La bellezza della vita (Curia di Pozzuoli), Apriamo gli occhi (Progetto CBM), Concorso Nazionale Progetto Famiglia Onlus, Progetto Crocus (Fondazione irlandese per l’insegnamento sull’Olocausto (HETI).

Commenta