Dal 10 al 14 aprile al Museo Mann avrà luogo la 71esima edizione della rassegna sostenuta dalla Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche, tra mostre, dibattiti, incontri d’autore, premiazioni

Un programma completo e ricco di appuntamenti, mostre, dibattiti, incontri d’autore, premiazioni: la 71esima edizione del congresso nazionale della Fiaf, la Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche, è ormai alle porte. Saranno centinaia i soci e gli appassionati che giungeranno a Napoli da tutta Italia. Sede della rassegna, dal 10 al 14 aprile, sarà il Museo Archeologico Nazionale.

Ad aprire i lavori la conferenza d’inaugurazione programmata per il 10 aprile, alle 17,30, destinata al censimento degli archivi fotografici in Italia, un problema sul quale il nostro Paese è in preoccupante ritardo. Interverranno Paolo Giulierini, direttore del Mann; Claudio Pastrone, direttore del Centro Italiano della Fotografia d’Autore; Francesca Fabiani, componente della direzione dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione; Barbara Bergaglio, responsabile della sezione Archivi di “Camera”, Centro italiano per la fotografia.

L’Associazione Flegrea Photo, tra gli  oltre 500 circoli dell’arcipelago Fiaf, è stata eletta per l’allestimento dell’evento a Napoli e in Campania. “Siamo orgogliosi che il Consiglio Nazionale ci abbia incaricati di organizzare l’evento, ma soprattutto che abbia scelto Napoli – espone Francesco Soranno, presidente di Flegrea Photo – perché le bellezze di questa città saranno apprezzate dai tanti delegati e appassionati di fotografia provenienti da tutta Italia. Dal punto di vista tecnico, il congresso sarà l’occasione per affrontare le questioni aperte da anni: dai ritardi sulla catalogazione degli archivi fotografici all’ingresso della fotografia a pieno titolo nei musei nazionali più importanti. Da parte nostra, ribadiremo anche la necessità di istituire in Campania un centro sperimentale della fotografia dedicata ai giovani talenti”.

Tra le diverse mostre fotografiche rilevanti quelle di grandi autori nazionali come Lisetta Carmi (grande autore della fotografia contemporanea 2019); Francesco Comello (autore dell’anno Fiaf); Lorenzo Zoppolato (vincitore Portfolio Italia 2018); Federica Zucchini e Francesca Artoni (Spazio Portfolio) e Oreste Pipolo (Napoli Velata), mentre gli incontri d’autore saranno con celebri fotografi campani come Fabio Donato (“50 anni di fotografia”); Aniello Barone (“Per una pedagogia della fotografia”); Antonio Biasucci (“Per un laboratorio irregolare”); Gianni Fiorito (“Una storia tra fotografia e cinema”). I riconoscimenti finali chiuderanno il congresso nella giornata di domenica 13 aprile.

La Fiaf, associazione istituita nel 1948 con l’intenzione di comunicare e sostenere la cultura fotografica in Italia, ha sede a Torino raggruppando oltre 500 circoli e associazioni locali. È diretta da Roberto Rossi. Nel 2005 cooperando assieme al Comune di Bibbiena ha fondato il Centro Italiano della Fotografia d’Autore che si propone di scongiurare la dispersione della produzione più significativa degli autori italiani. Tra i programmi dell’associazione, anche quello di allargare in tutta Italia la rete di “gallerie fotografiche Fiaf” indirizzate a diramare la cultura fotografica. Tra queste figura la galleria di Flegrea Photo accolta nella stazione metro di Gianturco, a Napoli.

Commenta