Napoli Pride 2020: un evento dedicato a Sarah Hegazi. Un flash mob per dare voce alle identità non-normative 

Avrà luogo sabato 27 Giugno 2020 a Piazza del Plebiscito alle ore 18:00 il flash mob dedicato all’orgoglio LGBTQ+. L’iniziativa è stata pensata ed organizzata dai rappresentanti di Antinoo Arcigay Napoli, ALFI Le Maree Napoli, e dell’Associazione Trans Napoli (ATN), le Associazioni LGBT+, con il supporto del Comune di Napoli.

In tempi di incertezze, paure e stravolgimenti socio-economici, è di fondamentale importanza supportare tutte le persone, che per motivi di vario genere, sono quotidianamente costrette a nascondersi sotto il velo di una identità fittizia. Il mondo intero si presenta, tutt’oggi, ancora molto ostile nei confronti della non-normatività, ovvero, nei riguardi delle persone che non si incastrano in quei sistemi normativi, che rappresentano, in un certo senso, la zona comfort dei più e l’eterna condanna di alcuni.

 napoli pride 2020

Il fil rouge dell’iniziativa made in Napoli seguirà la storia di Sarah Hegazi, una giovane attivista egiziana, che, lo scorso 14 Giugno, a Toronto, in Canada, ha messo tragicamente fine alla sua vita. Sarah era stata arrestata al Cairo, per aver sventolato, durante un concerto, una bandiera arcobaleno a sostegno dei diritti LGBTQ+. Come una combattente che ha appena vinto una guerra, la giovane si è fatta spazio tra la folla e, con le braccia puntate verso il cielo, ha mostrato con estrema gioia, la sua identità, racchiusa nel simbolo di una bandiera arcobaleno.

Questa vittoria simbolica le è costata la vita: Sarah, nonostante l’ottenimento dell’asilo politico in Canada, non riuscirà a sbarazzarsi dei mostri del passato e dell’inquietudine del futuro.

L’attivista egiziana è stata punita, definitivamente, per essersi mostrata vincente, per essere andata contro una società in cui, come lei stessa scrisse nel 2018 “chiunque sia diverso, chiunque non sia un musulmano sunnita eterosessuale maschio che sostiene il regime al potere è considerato perseguibile, impuro o morto”.

Il gesto che ha decretato la sua prigionia, corredata di ulteriori violenze e umiliazioni, si è rivelato essere, in ultima analisi, il suo umile e timido tentativo di districarsi all’interno di una società rigida e opprimente.   

Sarah Hegazi

Attraverso il Napoli Pride 2020 si intende lanciare un monito ai sostenitori della costrizione, della violenza e della rigidità di pensiero.

Il popolo napoletano vuole dimostrarsi sensibile nei confronti degli ultimi accadimenti che hanno distrutto la vita di una giovane, e, allo stesso tempo, vuole chiedere al mondo di smettere di violare, calpestare e uccidere attivisti e sostenitori dei diritti LGBTQ+. 

Sarah vincerà davvero la sua guerra soltanto quando non ci sarà più bisogno di combattere per avere diritto di esistere.

Per il momento, siamo tutti in guerra.

Per maggiori dettagli sull’evento, vi consigliamo di seguire la pagina online su Facebook.

 

Commenta