Si conclude la rassegna “Napoli Underground” con l’ultimo live in programma il 18 Maggio sempre al Teatro Il Primo, con il concerto della cantante Shara.

Alla sua seconda edizione, la manifestazione conferma il successo ottenuto già l’anno precedente in termini di consensi e presenza di pubblico. Molti giovani emergenti del panorama musicale partenopeo hanno avuto la possibilità di esibirsi e presentare i propri lavori, in molti casi opere prime, suscitando l’interesse e l’approvazione del pubblico accorso numeroso ad ogni evento. Come dichiarato dai direttori artistici Andrea Bonetti e Reika Hinch, la conferma del successo ottenuto, ha aumentato maggiormente l’entusiasmo al punto che già si lavora alla terza edizione.

Sabato prossimo ultimo appuntamento con il live di Shara, artista che vanta già una discreta visibilità e numerose esperienze alle spalle. Il live in programma, oltre all’esecuzione di brani già pubblicati, sarà l’occasione per presentare il suo nuovo disco “Vento del Sud”, un EP di 5 canzoni inedite interamente scritte e composte dall’artista stessa più la cover del brano Guardastelle, omaggio che Shara ha voluto fare al cantautore pugliese Bungaro.
 “Vento del Sud” è parte di un progetto molto ambizioso a cui Shara ha dato vita a fine 2011, il Terronian Project, che nonostante il nome decisamente di cattivo gusto, è teso a valorizzare e a promuovere le eccellenze delle terre del Sud Italia, luoghi ricchi di storia, arte, tradizioni, cultura e buon cibo, spesso tenuti nell’ombra.

Gli arrangiamenti sono stati realizzati dal musicista ed arrangiatore Pasquale Faggiano. Tra i musicisti che hanno suonato nelle canzoni ci sono alcuni nomi noti del panorama musicale italiano come il chitarrista Carlo Fimiani, il bassista ed arrangiatore Gigi De Rienzo, il bassista Aldo Vigorito, il batterista Vittorio Riva, il violinista Gennaro Desideri, il compositore ed arrangiatore Flavio Gargano, il polistrumentista Antonio De Luise ed altri ancora.

Shara sarà accompagnata dalla sua band composta da Pasquale Faggiano alle tastiere, Carlo Fimiani alle chitarre, Enzo Autuori al basso, Davide Cantarella alla batteria ed alle percussioni e le due violiniste Roberta Amirante e Federica Chello.

 

Commenta