Radar è la rubrica di eventi di Terre di Campania che raccoglie gli eventi in Campania, dal 5 dicembre al 12 dicembre, più importanti da seguire. Resta aggiornato.

Dean Bowman e Gio Cristiano in concerto, Venerdì 8 dicembre, ore 21.00, Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone, C.so Umberto), Napoli

Riapre le porte al pubblico l’AvaNposto Numero Zero, il primo Teatro Costitutivo fondato e diretto da Egidio Carbone Lucifero. Un cartellone nel segno della riflessione sulla nostra società, con nomi giovani, ma già affermati e figure ormai di riferimento, del panorama teatrale napoletano e nazionale; tante le conferme dalla passata stagione, segno di una convinta adesione al progetto culturale che vuole recuperare la tradizione della sperimentazione teatrale, così come, era intesa negli anni ’70, in un ambiente nel quale esprimersi con tutta la forza delle proprie idee e nuove proposte, inserite in un programma di Eventi Speciali, da promuovere di volta in volta, che vedrà alternarsi spettacoli treatrali, concerti ed eventi letterari, in cui spiccano lavori inediti, nuove ricerche e rivisitazioni compiute da artisti e scrittori di spicco. Il primo evento speciale, si svolgerà venerdì 8 dicembre e vedrà esibirsi, nell’unica tappa napoletana, in un concerto jazz esclusivo, Gio Cristiano e Dean Bowman.

Inoltre, Mis(S)take, monologo di e con Fabiana Fazio, Sabato 9 ore 21.00 e Domenica 10 dicembre ore 19.00

Concerto dell’Immacolata, Sala Vasari in Sant’Anna dei Lombardi a Napoli, 8 dicembre alle h.19.30

L’8 dicembre 2017 alle h.19.30 nella splendida Sala Cinquecentesca del Vasari in S.Anna dei Lombardi l’Associazione Culturale Noi per Napoli, in occasione dell’inizio delle festività natalizie, presenta un bellissimo Concerto dedicato a Maria Immacolata con melodie mariane più celebri e quelle meno note, melodie natalizie, raccontate attraverso le voci di autori laici e in lingua napoletana, con la finalità benefica di donare alla mensa dei senzatetto della Caritas di Santa Chiara, in Piazza del Gesù a Napoli, generi di prima necessità.
Il soprano Olga De Maio, il tenore Luca Lupoli, il Coro Polifonico Flegreo, accompagnati dal M° Maurizio Iaccarino, pianista, dalla prof Cira Romano, Arpista diretti dal M° Nicola Capano e con la voce dell’attrice Flora Febraro, presentati dal giornalista Giuseppe Giorgio.

Il Concerto sarà preceduto dalla visita guidata al complesso di S.Anna dei Lombardi e della Sala Vasari alle h.19.

Mercato di Natale e Presepe Vivente, 8, 9, 10 dicembre nell’area dell’azienda agraria dell’I.S. “Falcone” di Licola di Pozzuoli

Giunge alla ottava edizione il Mercato di Natale e Presepe Vivente organizzato nell’area dell’azienda agraria dell’I.S. “Falcone” di Licola di Pozzuoli dall’8 al 10 dicembre 2017. In una storica cornice naturale gli ospiti avranno la possibilità di visitare l’istituto, il suo parco archeologico, la sua azienda agraria e le sue serre. Avranno  inoltre l’opportunità di acquistare i prodotti della sua bottega (miele, olio, marmellate, composte, mostarde, rosoli, produzioni e conserve orto-frutticole) e quelli proposti da espositori del comparto agroalimentare, floricolo e dell’artigianato locale presenti con stands che offriranno ai visitatori una grande varietà di idee per regali natalizi: addobbi e oggetti di artigianato artistico oltre ad ricca offerta di cibo di strada e osterie dove degustare i migliori piatti della tradizione partenopea.

Cuore della manifestazione il Presepe Vivente in stile Settecento napoletano organizzato nel parco archeologico dell’azienda. Lungo l’antica via Domiziana si potranno rivivere le atmosfere dei più celebri presepi della grande scuola partenopea, una esplosione di colori e capanne animate da oltre trecento figuranti che daranno vita ad una ventina di scene. Scorci di antica vita quotidiana, di antichi mestieri quasi dimenticati, di venditori ambulanti, di musicanti che faranno ascoltare la propria voce nella tenue luce delle fiaccole e dei bracieri. Un Presepe animato da dame orientali, mori, pescatori, falegnami, calzolai, contadini, pastori, lavandaie e vasai: un popolo laborioso che animerà questo Presepio, secondo lo stile della più pura tradizione del nostro popolo.

Street food Village, a Sorrento dal 7 al 9 dicembre, in Piazza Angelina Lauro

Torna il Sorrento Street Food Village con le sue colorate e vivaci Apette. Anche quest’anno l’evento si terrà durante il Ponte dell’Immacolata, dal 7 al 9 dicembre, in Piazza Angelina Lauro. Dopo il successo della scorsa edizione, l’Avv. Massimo Coppola, Assessore al Marketing Territoriale della città di Sorrento, ha deciso di riportare in Piazza A. Lauro lo street food su tre ruote con la sua scia di sapori, profumi e colori. Le api, provenienti principalmente dal centro e sud Italia, proporranno i propri piatti forti, formando un percorso di degustazione lungo tutto il perimetro della piazza. Tra i prodotti presenti non mancheranno la classica pizza a portafoglio, gli arrosticini, cuoppi fritti, panuozzi, polpette, sfogliatelle e cannoli siciliani. Durante le tre serate dell’evento si alterneranno in Piazza A. Lauro momenti di intrattenimento e Show Cooking su tre ruote, che vedranno la partecipazione dello Chef stellato Peppe Aversa del ristorante il Buco, dell’executive pizza chef Antonino Esposito, inventore della frusta sorrentina, di Michele Esposito, noto chef con esperienze internazionali di Piano di Sorrento e dello Chef Andrea Napolitano. Non mancheranno momenti di intrattenimento musicale e Dj set. Quest’anno tutte le esibizioni dei cuochi saranno realizzate su un’apposita Ape dedicata alla Cooperativa Alma, che opera in Penisola sorrentina per orire servizi di assistenza domiciliare a carattere sanitario e sociale ad anziani e a ragazzi con disabilità. A supporto dell’evento saranno realizzati, come lo scorso anno, una mappa cartacea per facilitare l’orientamento del pubblico nel percorso degustativo, e un’applicazione dedicata, in cui sarà possibile consultare le schede tecniche delle apette e scoprire i prodotti presenti all’evento.

Sapori di Natale, a Durazzano dall’8 al 10 Dicembre 2017

La manifestazione si aprirà con l’inaugurazione della mostra “La Strada” dell’artista Aniello Saravo il giorno 8 dicembre alle ore 17.30 presso il castello Medievale. Non una prima, questa, in quanto la stessa mostra è stata allestita per la prima volta nel 2016 nel Chiostro della Basilica di San Simpliciano e nel 2017 nella Basilica di San Marco, ambedue site a Brera – Milano. Infine, lo scorso Ottobre la mostra è stata presentata all’XI Florance Biennale di Firenze. Sempre il giorno 8, dopo l’apertura del mercatino, il Quartetto Polifonico Alfonsiano, nella chiesa di Sant’Erasmo, terrà il concerto dal titolo “Incantomariano”. Il giorno 9 si aprirà con l’allestimento di un albero di Natale da parte dei bambini dell’ACR locale e con uno spettacolo a loro dedicato dal titolo “La Casa di Babbo Natale”. A seguire, dopo la consueta apertura del mercatino, si terrà nella chiesa di Sant’Erasmo, il concerto di canti sacri eseguiti dalla “Corale Polifonica dell’Annunziata”. Infine, il 10 Dicembre le manifestazioni avranno inizio alle 14.30 con l’avvio della carovana de’ “I mesi dell’Anno”, in cui 14 figuranti si esibiscono lungo le strade del paese recitando una farsa di tradizione popolare. Un rituale che va avanti oramai da un secolo. Una rappresentazione “teatrale” itinerante con figuri in costume che richiamano, attraverso le filastrocche recitate, il passare delle stagioni ed il loro ripercuotersi sulla vita quotidiana e sul lavoro dei campi. Ogni personaggio nel suo breve intervento esalta e sottolinea cosa in quel mese la natura ed il clima offre all’uomo. “I Mesi”, mascherati con costumi poveri ma di grande fascino visivo in quanto sono adornati dei prodotti agricoli che la natura offre in quel mese, ogni qualvolta che devono “recitare” si dispongono in cerchio gridando a gran voce le proprie virtù stagionali che non temono confronti!
La giornata e l’evento si chiude con l’esibizione del coro gospel “Joyfull Voices” diretti dal maestro Luigi Bollito.

Mercatini di Natale, Artigianato e creatività a sostengono di “La Casa di Francesco”, dall’8 al 10 dicembre a Scafati.

Nei giorni 8/9/10 dicembre 2017 sarà replicato il mercatino artigianale “Natale in Casa Francesco”, organizzato e coordinato dalla parrocchia di San Francesco di Paola di Scafati ed il parroco Don Peppino de Luca.
Un progetto che mira non solo ad allietare la popolazione durante il periodo pre-natalizio con eventi di vario genere, puntando a diffondere i prodotti tipici locali, a sorreggere l’artigianato e la creatività, ma che punta ad essere anche un momento solidale e di compartecipazione della comunità, animato dall’intento nobile di sorreggere attraverso donazioni benefiche le attività umanitarie svolte da “La Casa di Francesco”, casa di prima accoglienza per persone bisognose, che ha sede a Scafati, presso la Chiesa di San Francesco di Paola.
Per il secondo anno di seguito artigianato e creatività si schiereranno a sostegno del progetto “La Casa di Francesco”, da ogni vendita verrà infatti, devoluta un’offerta a sostegno della casa di prima accoglienza.
Quest’anno, sono previste circa 20 postazioni espositive, posizionate all’interno del “Teatro Francesco” della Chiesa di San Francesco di Paola (Scafati- Sa); un’area food, animazione, musica, balli ed attrazioni negli spazi esterni ed interni al teatro; l’8-9-10 dicembre saranno tre giornate dedicate alla creatività, all’artigianato, alla degustazione di prodotti enogastronomici locali, animazione per i bambini alla musica e tanto divertimento!

Irpinia Terra di Mezzo, il 9 e il 10 dicembre rispettivamente a Rocca San Felice e a Guardia Lombardi
Al via la XXII edizione “Irpinia Terra di mezzo”, che per il weekend dell’Immacolata propone cultura, turismo ed enogastronomia e musica nei luoghi più affascinanti dell’Alta Irpinia.
Quest’anno la manifestazione propone concerti gratuiti di due grandi nomi della musica. Si parte il 9 dicembre con “Sacro Sud” il concerto di Enzo Avitabile che si terrà a Rocca SanFelice nella chiesa di S. Maria Maggiore alle ore 19. Mentre il 10 dicembre a Guardia Lombardi sarà la volta di Lina Sastri che si esibirà nel suo spettacolo “Appunti di viaggio” nella chiesa di Santa Maria delle Grazie alle ore 19.
In occasione della XXII edizione Irpinia Terra di Mezzo del 9 e 10 dicembre 2017, che vede come protagonisti il borgo di Rocca San Felice e Guardia Lombardi, il Gruppo OMCTI (Operatore Marketing Culturale del Turismo Integrato) CARMASIUS organizza un itinerario intercomunale storico emozionale. Una passeggiata che porterà il visitatore, attraverso la
stimolazione dei cinque sensi, alla riscoperta di un passato ancora presente, di tradizioni, tipicità, di pietre che fortemente narrano gioie e sofferenze, ma, soprattutto calore e accoglienza mai perduti.
Durante i due giorni di festival il borgo Rocca San Felice sarà animato da mercatini di Natale, stand enogastronomici e il 21 di dicembre il festival dedicherà una giornata all’arte presepiale con il presepe vivente realizzato dai bambini del comune di Rocca.

Notte santa notte d’ammore, Martedì 12 Dicembre ore 20.00, Fondazione Sorrento Villa Fiorentino – Corso Italia,53 Sorrento (NA)

Un concerto di musica popolare e non solo. Melodie natalizie che spazieranno attraverso le più celebri arie internazionali come Silent Night, Noel etc…, le melodie popolari della tradizione napoletana come Canzone di Razzullo o Quanno nascette ninno. Tra una melodia e l’altra, Elisabetta D’Acunzo insieme a quattro giovanissimi attori, darà vita a tre momenti di prosa dedicati a questa santa ricorrenza, dei piu grandi drammaturghi napoletani: Lassamme fa a Dio di S. Di Giacomo, ‘A cantata de pasture di R. Viviani, De pretore Vincenzo di E. De Filippo. Un’ora e più di musica e teatro per vivere insieme la magia del Natale.

Memorie di Pietra,Sabato 9 dicembre alle ore 10:00, al Museo Archeologico Nazionale di Napoli nel Salone della Meridiana

Si terrà la conferenza stampa inaugurale della mostra “Memorie di pietra”, un’esposizione fotografica del patrimonio archeologico dei Comuni di Avella, Castelvenere e Teano, che si svolgerà al MANN nella sala del Doriforo dal 09 dicembre 2017 al 09 febbraio 2018, tutti i giorni escluso il martedì, dalle ore 09:00 alle 19:30.

L’incontro, moderato dalla storica dell’arte Alessandra Paudice, prevede gli interventi di Paolo Giulierini, Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli; dell’Avv. Domenico Biancardi, Sindaco di Avella; dell’Avv. Antonio Larizza, presidente della Fondazione Avella città d’arte; del Dott. Mario Scetta, Sindaco di Castelvenere; del Dott. Mario Moccia, Vicesindaco di Castelvenere; dell’Ing. Nicola Di Benedetto, Sindaco di Teano; della Prof.ssa Gemma Tizzano, Assessore al Turismo di Teano; e di Marco Ugliano, Dirigente scolastico dell’ITES F. Galiani di Napoli.

Nel corso della conferenza stampa saranno anunciate importanti novità riguardanti il progetto ExtraMann e i Comuni di Avella, Castelvenere e Teano.

Saranno presenti all’evento inaugurale anche il Dott. Antonio Salerno, Direttore del Museo Archeologico di Teanum Sidicinum; l’associazione “Animum debes mutare”, organizzatrice della mostra fotografica, nella figura del presidente Prof. Alessandro Mazzarelli; funzionari della Soprintendenza ai Beni archeologici di Caserta, Benevento e Avellino/Salerno; l’autore Mauro Giancaspro; il Direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli Dott. Felice Mercurio; e lo storico Prof. Guido D’Agostino.

Il teatro Madrearte di Villaricca porta in scena: Magic Circus Cabaret,Giovedì 7 dicembre alle ore 21.00 a Villaricca

Il Magic Circus Cabaret unisce l’arte circense di Giulio Carfora e Lia mosca, alla magia di Mago Tobia, al cabaret di Gennaro De Rosa e Peppe Mallardo.
Uno spettacolo del tutto unico nel suo genere dove il fondersi di queste tre arti porta al risultato di una serata a dir poco incomparabile.  Magic Circus Cabaret abbraccia tre scuole meravigliose di arte:
La magia del circo tradizionale con il linguaggio dell’artificio teatrale
Il cabaret dalla comicità genuina che trasmette un messaggio universale; quello del divertimento fatto con le cose semplici
Il circo dei clown, dove il pubblico si ritroverà ad essere parte attiva del cast in spassosissime gag.

I Promessi Sposi alla prova di Giovanni Testori,Giovedì 7 dicembre 2017, Teatro Elicantropo di Napoli 

“Il Verbo s’è fatto carne… ma adesso è la carne che si alza per farsi Verbo”, questo è stato lo stimolo ad affrontare il teatro di Giovanni Testori per la compagnia (S)Blocco5, di cui porterà in scena I Promessi Sposi alla prova, da giovedì 7 dicembre 2017 alle ore 21.00 (repliche fino a domenica 10), al Teatro Elicantropo di Napoli.

Con I Promessi sposi alla prova la compagnia prosegue e conclude il suo studio su Testori, iniziato con La Monaca di Monza, dove la “parola” è, qui, innalzata dall’autore a fondamento assoluto per l’arte teatrale. La sfida è stata descrivere l’autore, nella sua interezza, attraverso queste due opere. Lo scrittore e drammaturgo lombardo si serve dei temi manzoniani per affrontare due aspetti della sua vita: di uomo – ne La monaca di Monza sviscera il suo personale rapporto con il religioso e la libertà di espressione di sé – e di uomo di teatro – ne I promessi sposi alla prova indaga la sua pratica teatrale, il suo modo di intendere il teatro.

Il Maestro, vero e unico protagonista dello spettacolo, è morto, abbandonando i suoi giovani allievi nel bel mezzo delle prove. I due interpreti, confusi e smarriti in un dedalo di scene, indicazioni e ruoli dei quali non comprendono più i sensi e le necessità, si destreggiano nel difficile compito di farcela da soli.

L’unica guida è un taccuino di appunti di regia, dimenticato dal Maestro sulla scena. La prova dello spettacolo sarà per loro una prova esistenziale, attraverso la quale cercheranno se stessi, come attori e come uomini.

Presentazione del volume “Sannio-Irpinia”,Venerdì 8 dicembre alle 20, presso la “Casa dei Tatoni” a Petruro Irpino (Avellino)

Venerdì 8 dicembre alle 20, presso la “Casa dei Tatoni” a Petruro Irpino (Avellino), si terrà la presentazione di “Sannio-Irpinia”, il primo volume della collana “Borghi Enogastronomici d’Italia”, scritto da Gaetano Vessichelli e pubblicato dalla casa editrice umbra “LuoghInteriori” di Città di Castello. Si tratta di una nuova ed inedita guida turistico-gastronomica dei territori italiani più interessanti. Il primo volume della collana è stato dedicato interamente alle due province dell’entroterra campano, ricche di qualità gastronomiche e di borghi autentici tutti da raccontare. Nessuna lista di ristoranti e locande, nessuna recensione o classifica, ma tante proposte di itinerari enogastronomici e conoscenza delle vere prelibatezze sannite ed irpine: un vero e proprio “diario di viaggio” che Vessichelli ha percorso tra l’autunno del 2015 e l’estate del 2016. Il “viaggio” enogastronomico nell’entroterra campano sarà accompagnato da un menù tipico preparato per l’occasione tra piatti irpini e sanniti e calici di Greco e Falanghina. La presentazione è a numero chiuso ed è necessaria la prenotazione inviando una mail a lacasadeitatoni@gmail.com oppure a borghienogastronomiciditalia@gmail.com, oppure contattando, nelle ore serali, lo 0825901501.

Quartieri Jazz Ensemble in concerto, a Palazzo Venezia sabato 9 dicembre ore 21:30

L’appuntamento è per sabato 9 dicembre ore 21.30 per i Quartieri Jazz di Mario Romano con il loro ultimo lavoro discografico “ Le 4 giornate di Napoli ”, a Palazzo Venezia (via Benedetto Croce, 19) Napoli.

Il chitarrista napoletano dei Quartieri Spagnoli dopo il successo del primo disco ‘E strade cà portano a mare” (che ha entusiasmato così tanto il pubblico da essere ristampato), affronta una nuova sfida all’insegna della consapevolezza e della rivalutazione dell’identità partenopea, attraverso la fusione tra la napoletanità dei vicoli in cui vive l’artista, e il jazz manouche dei caposcuola come Reinhardt e Rosenberg, proseguendo così sulla strada del genere coniato…Il NEAPOLITAN GIPSY JAZZ.
Un disco ispirato al sentimento di “Unione e Ribellione” di quel settembre del ’43, dove i napoletani, senza distinzione di classe, imbracciarono le armi in una rivolta spontanea e scacciarono il nemico nazista. E come ieri, oggi spira in città una forte voglia di riscatto e cambiamento, ma oggi è necessario imbracciare le armi della cultura e cavalcare questa nuova “Rivoluzione Napoletana” partita dal basso, facendo “Resistenza Culturale”.

Nell’ambito del suo percorso artistico dall’ uscita del primo album (gennaio 2013) Mario Romano ha deciso di puntare sul gemellaggio con i luoghi simbolo del territorio e della valorizzazione culturale. Palazzo Venezia, Galleria Borbonica, Museo del Sottosuolo, Villa Pignatelli, Palazzo Zapata, Chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli, Casina Vanvitelliana e altri, sono alcuni dei siti che ospitano a rotazione i concerti di questo progetto, e che con costanza e tenacia, valorizzano l’arte e la cultura a 360 gradi.

Mozart alla Corte di Pulcinella, Farsa in musica di Carlo Faiello, giovedì 7 dicembre ore 21 alla Domus Ars di via Santa Chiara, 10, Napoli

Il Festival Internazionale del ‘700 Musicale Napoletano è giunto quest’anno alla XVIII edizione grazie all’impegno e alla cura dell’Associazione Domenico Scarlatti (che quest’anno festeggia i suoi 35 anni di attività) e all’associazione Il Canto di Virgilio. Ad inaugurare la manifestazione che si svolge a Napoli dal 7 al dicembre 2017 al 6 gennaio 2018, la farsa in musica, “Mozart alla corte di Pulcinella”,giovedì 7 dicembre ore 21 alla Domus Ars di via Santa Chiara, 10 prodotto dell’associazione Il canto di Virgilio. Mozart alla Corte di Pulcinella. Uno spettacolo al limite del grottesco dove le vicende del viaggio giovanile del genio di Salisburgo si mescolano ai ricordi di Pulcinella destinato a proteggere i napoletani “trapassati” a miglior vita. Sulla scena insieme a Franco Javarone e Antonella Morea anche Sara Grieco, Diane Patierno, Pietro Quirino, Antonio Faiello, Maria Teresa Iannone e il Quartetto Santa Chiara.

Giovanni Block live al Museum,8 dicembre presso il Museum Shop&Bar (Largo Corpo di Napoli, 3) 

Il concerto di Giovanni Block, venerdì 8 dicembre a partire ore 21, presso il Museum Shop&Bar (Largo Corpo di Napoli, 3), darà il via a una serie di appuntamenti con la musica cantautorale di artisti provenienti da tutta Italia. La rassegna targata Polosud Records e Be Quiet ha, infatti, lo scopo di convogliare energie e talenti non solo campani, aprendo le porte alla musica di qualità con artisti emergenti e più noti.

Il cantacompositore Giovanni Block (voce, chitarra, flauto traverso) farà da apripista esibendosi in quartetto e proponendo, oltre ai brani del suo più recente disco “S.P.O.T.”, all’indomani del successo riscontrato, alcune anticipazioni di nuovi lavori. Ad accompagnarlo sul palco, anche nei tipici fuoriprogramma da live, Dario Maiello (basso), Francesco Lettieri (pianoforte) e Pasquale Benincasa (percussioni).

A seguire, per citare solo alcuni degli appuntamenti in calendario, il 15 dicembre sarà la volta dei Letts (Francesco e Giulia Lettieri), vincitori del Premio Ugo Calise per la miglior cover, quindi di Momo, cantautrice tra le più interessanti del panorama della canzone d’autore italiana, che salirà sul palco del Museum il 22 dicembre, e di Attilio Fontana, cantautore romano, diviso tra impegni televisivi e teatrali, che arriverà per l’occasione a Napoli il 19 gennaio.

Ciccio Merolla Full Band al festival “Vino alla Vittoria”,Sabato 9 dicembre ore 22:00 Mezzocannone Occupato

Una serata che abbina il buon vino alla musica di uno dei percussionisti- rapper più accreditati del panorama italiano si potrà gustare sabato 9 dicembre a Mezzocannone Occupato(via Mezzocannone,14) dove il groove di Ciccio Merolla sbarca al “Vino alla Vittoria!”, il festival indipendente a cui parteciperanno produttori di vino da tutta la regione. Dalle ore 17 in poi nel cortile di Mezzocannone Occupato ci saranno assaggi di vino, degustazioni, stand informativi e alle ore 22 si terrà il concerto di Ciccio Merolla (ingresso concerto 5 euro) per un live ricco di sperimentazioni in cui non sarà solo ma in compagnia di tanti ospiti come Massimo Jovine, PeppOh e Carmine ‘O Rom che, insieme alla sua full band formata da Giuseppe Spinelli (Chitarra), Antonio Esposito(batteria), Davide Afzal (basso), Gianfranco Campagnoli (tromba), Andrea “Oluwong” Esposito – dubmaster, daranno vita ad un concerto inedito. Non solo rap, non solo hip hop, ma tanti ritmi tribali che vanno da quelli del medio oriente fino al sud America che si fondono fino a dare vita ad un dub evoluto verso ritmi più percussivi che strizzano l’occhio all’elettronica.

‘E Guarattelle: Lab081 in concerto!, Sabato 9 dicembre alle 22:30 al Boof, Via Santa Chiara 36/37, Napoli
 
Nuovo concerto per i Lab081, che proseguono il loro tour promozionale a Napoli con un live al Boof di Via Santa Chiara: al centro della performance i pezzi del nuovissimo disco ‘E Guarattelle, pubblicato da Italy Sound Lab all’inizio del mese, disponibile su tutte le piattaforme digitali (iTunes, Spotify, Google Play, YouTube, Deezer etc.).

Tonino Scala a “La Vendemmia dei libri”, giovedì 7 dicembre a Castelvenere (Benevento)

A ‘La Vendemmia dei Libri’ irrompe il lato ironico della profonda scrittura di Tonino Scala. Giovedì 7 dicembre l’autore partenopeo sarà ospite del terzo incontro proposto nell’ambito della seconda edizione della rassegna eno-letteraria in programma a Castelvenere (Benevento) fino al 28 dicembre prossimo. In passerella il libro ‘Felicissime condoglianze’ (Il Quaderno Edizioni, 2016), interamente ambientato a Vitulano (cittadina sannita dell’area Taburno). Il libro racconta la metamorfosi di due fratelli: Leo e Max. Leo è prossimo al matrimonio e lavora in uno studio legale, non è un brillante avvocato anzi, è sottomesso al suocero, suo datore di lavoro. Max, ancora afflitto dalla prematura scomparsa dei suoi genitori, morti quando i due fratelli erano ancora piccoli in un incidente stradale, cerca di esorcizzare quel dolore. In che modo? Partecipando a tutti i funerali del paese e spacciandosi per l’organizzatore degli eventi funebri. Max è un funeral planner e Saverio, il suo migliore amico, sarà suo socio. Leo e Max, per motivi diversi, faranno scelte, indotte dagli eventi, che cambieranno radicalmente la loro vita. Dal libro è stato tratto l’omonimo film diretto da Claudio Insegno e interamente girato a Vitulano, uscito nelle sale cinematografiche lo scorso 2 novembre, con la prima proiezione consumatasi nelle sale del Torrevillage di Torrecuso. La pellicola, di cui è regista Claudio Insegno, vanta la partecipazione di Andrea Roncato, Enzo Salvi, Sandra Milo, Milena Miconi, Gino Cogliandro, Corrado Ardone, Ettore Massa, Massimo Peluso, Antonio Fiorillo, Paco De Rosa, Simona Ceruti, Simone Gallo, Peppe De Rosa, Massimiliano Buzzanca, Nadia Rinaldi e tante comparse locali. Prodotta da Antonio Portella Film con la coproduzione di Maxafilm e Legend Film e con la collaborazione di Carmen Vollaro, con la distribuzione è affidata alla Sly production di Silvestro Marino.

Scanzonatissime, la s-canzone umoristica, comica e satirica di ieri, oggi e domani, ideato scritto e diretto da Gianni Simioli, 7 dicembre 2017 – Ore 20.30- Fonderia Villa BrunoSan Giorgio a Cremano

Giovedì 7 dicembre  alle ore 20.30 presso la Fonderia Villa Bruno si terra’ SCANZONATISSIME ovvero la serata dedicata alla canzone umoristica, comica e satirica di ieri, oggi e domani( ingresso gratuito fino ad esaurimento posti). Prodotta dalla Jesce Sole all’interno del Premio Troisi 2017, ideata e diretta da Gianni Simioli.  Scanzonatissime  si colloca all’interno  del “Premio Massimo Troisi” 2017, diretto da Paolo Caiazzo, che  lancia una nuova sezione del concorso destinata già dal prossimo anno a premiare nuovi e giovani autori che ancora si cimentano nel genere nobile e già ricco di “perle”, della canzone umoristica, satirica e comica. Un repertorio da rivalutare e “rigenerare” necessariamente e che, soprattutto all’interno del grande scrigno della canzone napoletana, ha saputo sin dal secolo scorso essere anche canzone politica e di denuncia. Sberleffi, doppi sensi e apparente leggerezza che hanno saputo irridere potenti, persone comuni e costumi culturali e sessuali. Proprio partendo da questo Gianni Simioli, ideatore del concorso, e lo stesso Paolo Caiazzo, hanno deciso di avventurarsi nella non facile missione di ridare lustro ad un genere straordinario di cui, in tempi dove anche nella musica è ossessiva la ricerca del fare cio’ che è mainstream, si sente davvero il bisogno.

Giò Cristiano e Dean Bowman in concerto, unica tappa napoletana del «Jazz Gospel Project Tour», Venerdì 8 dicembre, ore 21.00 AvaNposto Numero Zero – Napoli, Via Sedile di Porto, 55 (Via Mezzocannone)

Primo evento speciale della stagione 2017/18. Venerdì 8 dicembre, alle 21.00, si esibiranno sul palco dell’AvaNposto Numero Zero Giò Cristiano e Dean Bowman, nell’unica data napoletana del loro «Jazz Gospel Project Tour». Un viaggio alle radici della black music, un percorso che attraversa tutta la storia della musica Afro-Americana. Una tappa del percorso cominciato nel 2010 e già approdato all’album Voodoo Miles (2015), che ha visto la partecipazione del sassofonista Daniele Sepe. Il viaggio, questa volta è declinato in chiave acustica, proponendo un tuffo nella vocalità black gospel più autentica, accompagnato solo dalla chitarra e dal piano dello special guest Lorenzo Natale, per la prima volta con il duo. Uno spettacolo intimo molto lontano dalle sonorità elettriche del disco, per un pubblico attento. L’evento, nasce dall’intesa e dalla collaborazione con la direzione artistica del teatro che, con questo concerto, che verrà registrato e diffuso come produzione AvaNposto, si propone come un luogo di riferimento del jazz a Napoli, con l’obiettivo di dare vita ad una rassegna in tema e che, a partire da gennaio, ospiterà corsi di chitarra e pianoforte, organizzati in collaborazione con la casa discografica Aspro Cuore Recording.

 

Terre di Campania è un progetto in continua evoluzione che si occupa di promuovere il buono e il bello della regione Campania attraverso la conoscenza e la diffusione di bellezze paesaggistiche e artistiche, di bontà culinarie, della cultura, di news, di eventi e azioni mirate sul territorio.

Commenta