Octopus Sessions presenta: SCAMPIA MUSIC FEST, Venerdì 20 e sabato 21 maggio 2016

Per anni, la parte nord della Villa di Scampia, perla del quartiere napoletano, è stata del tutto abbandonata ed inutilizzata. Grazie a “Valorizziamo Scampia”, costola del progetto “(Wel)fare Comunità a Scampia” – con il Comune di Napoli e la Fondazione con il Sud in prima linea – quella stessa parte della villa, comprendente anche l’ingresso principale, sarà nuovamente aperta al pubblico e valorizzata quanto merita. Dunque, per festeggiare un simile traguardo, inserito tra le tante iniziative di riqualifica dell’area, un festival musicale, ad ingresso rigorosamente gratuito e dall’irriducibile portata sociale, si farà per la cittadinanza momento imperdibile di condivisione ed aggregazione. Dal 20 al 21 maggio, infatti, la musica nostrana, grazie alla direzione artistica di Octopus Sessions, troverà nella Villa di Scampia una cornice unica e suggestiva, immersa nel verde e con le Vele stagliate sullo sfondo. Le attività, tra le più svariate, avranno inzio nel pomeriggio: per la prima data, il laboratorio di Lucignolo, incentrato sull’utilizzo del bastone come tecnica rudimentale per imparare a ballare con il fuoco, è previsto per le 18,45; la seconda giornata, invece, ospiterà – a partire dalle ore 16,00 – ‘il tavolo dei Festival’, un incontro/dialogo mediato dalla giornalista Nadia Merlo Fiorillo, e a cui prenderanno parte le principali direzioni artistiche che operano in ambito musicale sul territorio campano, tra cui Ecosuoni, Disorder, Rockalvi, Meeting del Mare e Campania Eco Festival. E’ sulla musica live, di quella dall’incontenibile resa, che, tuttavia, lo Scampia Music Festintende fare leva. Ad aprire le danze venerdì 20, dunque, ci sarà la band napoletana Kafka Sulla Spiaggia, seguirà Adriano Bono con il suo spettacolo sempre in bilico tra musica ed arti circensi, dal titolo “The Reggae Circus”, ed ospite d’eccezione Sandro Joyeux, per poi chiudere la prima serata con il rock d’autore cinico e sopra le righe deiNobraino, in tour per festeggiare i vent’anni di attività, prima dell’uscita in autunno del sesto atteso album. L’opening del secondo appuntamento, quello di sabato 21, sarà affidato alla selezione musicale di Foffy/Demon e al gruppo dark-wave Hapax, calcherà poi il palco, tra beat ossessivi e ballate malinconiche, il trio di musica noise ed elettronicaAsh Code, mentre headliner della serata conclusiva sarà la band romana degli Spiritual Front, musicisti dallo stile unico, definito a cavallo tra pop decadente, mitteleuropeo ed un sound/visual vintage con continui richiami al cinema d’autore italiano. E’ previsto, inoltre, un servizio navetta, attivo fino all’ultima corsa della metro, che dalla stazione di Scampia scorterà le persone fino all’ingresso della villa.

(Progettazione grafica: Luca Bertini)

Lo Scampia Music Fest sostiene l’associazione Camilla la Stella che Brilla ONLUS: http://www.camillalastellachebrilla.com/

Venerdì 20 maggio

NOBRAINO

I Nobraino sono una band indie rock italiana che nasce negli anni ’90 a Riccione e cresce nel circuito delle autoproduzioni e delle etichette indipendenti. Un gruppo che si è nutrito di concerti, oltre un migliaio, e che ha fatto della performance il suo punto di forza. Conosciuti ormai in tutta Italia per i loro live act dirompenti e fuori da ogni schema, propongono fondamentalmente una forma di cantautorato classico che non sacrifica l’esuberanza di una solida formazione rock. Un approccio che consente loro di muoversi tra vari generi con grande eclettismo senza mai perdere la loro identità.”

La storia discografica dei Nobraino vanta cinque dischi. Il 2006 è l’anno del primo album ufficiale “The best of Nobraino”, nel 2007 un live di pezzi inediti “Live al Vidia Club”, il 2008 è l’anno della svolta, vincono il Premio rivelazione dell’anno al MArteLive, che li porterà a firmare il contratto di management e produzione discografica con MArteLabel. Nel 2010 l’uscita dell’album “No USA! No UK! Nobraino”, con la direzione artistica di Giorgio Canali. Nel marzo 2012 esce “Disco d’Oro” prodotto nuovamente da MArteLabel e registrato con Manuele “MaxStirner” Fusaroli.
Ma è proprio grazie ai numerosi concerti e al passaparola costante che i Nobraino sono riusciti a formarsi sul palco, a creare uno spettacolo, non solo un semplice concerto, a realizzare dischi ricchi di belle canzoni e sono arrivati sul divano televisivo della Dandini a “Parla con me” dove sono letteralmente esplosi a livello popolare tanto essere nominati la miglior indie-band dell’anno 2010 nel sondaggio di XL Magazine.

Nel novembre 2011 i Nobraino si sono esibiti al Teatro Ariston di Sanremo ospiti del Premio Tenco 2011 mentre nel 2012 hanno suonato sul palco del Concerto del Primo Maggio di Roma. In passato avevano ottenuto altri riconoscimenti come il DemoRai, il Sele D’oro e il premio speciale MEI “Miglior Tour dell’anno”.

Il 2014 sancisce il passaggio in major con la pubblicazione de “L’ultimo dei Nobraino” per Warner Music Italy, un disco che rappresenta in pieno lo spirito della band: impegnato e scanzonato al tempo stesso. Più che mai in questo lavoro si attraversano atmosfere dense di colore e significati alternate ad altre più immediate e stradaiole; testi, strutture e arrangiamenti variano di registro, in continuazione, in una ricerca continua e ambiziosa.

Tra ottobre 2015 e aprile 2016 la band prende il lungo periodo di pausa da dedicare alla scrittura del nuovo album e a progetti paralleli come “Gli Scontati” che vedono impegnato il frontman Lorenzo Kruger e “Slavi Bravissime Persone” che vede impegnato il chitarrista Nestor Fabbri.

https://www.facebook.com/nobraino/

The Reggae Circus di Adriano Bono feat. Sandro Joyeux

Attivo dalla metà degli anni ’90 sulla scena Reggae Italiana con le sue ex-band Radici Nel Cemento e Tribù Acustica nel 2009 avvia la carriera solista e dà alle stampe due nuovi album (996 Vol.1 dedicato ai sonetti del poeta romano G.G. Belli nel 2012, e The Reggae Circus tutto dedicato al suo omonimo spettacolo circense nel 2014) mentre nel frattempo continua incessantemente a girare l’Italia in lungo e largo con tutti i suoi spettacoli: The Reggae Circus, che fonde musica live e arte circense, La Minima Orchestra, un delizioso set semiacustico di musica Giamaicana, o anche lo spettacolo ‘en solo’ ed altri ancora. Attivista su molti fronti collabora strettamente con numerose associazioni e organizzazioni umanitarie tra le quali Greenpeace, Emergency, Earth Day Italia, Libera, Change.org, Critical Mass ed altre ancora.

http://www.adrianobono.it/Bio.html

KAFKA SULLA SPIAGGIA

https://www.facebook.com/kafkasullaspiaggia1234/

Sabato 21 maggio

SPIRITUAL FRONT

Band romana attiva musicalmente dal 2000. Gli Spiritual Front sono: Simone Salvatori (Voce, chitarra e creatore di Spiritual Front), Federico Amorosi (ex-bassista storico dei Daemonia di Claudio Simonetti il celebre compositore delle colonne sonore di Dario Argento, al basso), Andrea Freda (Batteria), Giorgio Maria Condemi (Chitarre). Hanno all’attivo diversi album (tra cui: Spiritual Front 2000, Nihilist cocktails for calypso inferno Satyriasis 2005, Armageddon gigolò 2006, Roma Rotten Casino 2010) e centinaia di concerti in tutta Europa e palchi divisi con gruppi internazionali come i Death in June, Deus, Sol Invictus, Mars Volta, Brett Anderson ed molti altri. La band ha uno stile unico, definito a cavallo tra pop decadente mitteleuropeo ed un sound/visual vintage con continui richiami al cinema italiano d’autore e non solo (non a caso l’ultima compilation a cui la band ha partecipato è stata proprio quella del tributo a Pier Paolo Pasolini, ma i testi degli Spiritual Front sono un continuo omaggio anche al cinema internazionale con citazioni da Fassbinder a Scorsese e molti altri).

Musicisti di professione, gli Spiritual Front hanno un vasto seguito di pubblico, sia in Italia che in Europa che in diverse altre parti del mondo grazie proprio al loro stile versatile, unico ed accattivante. I loro live sono particolarmente interessanti perché si attraversano diverse sonorità e atmosfere! I loro testi (in lingua inglese) raccontano di un romanticismo decadente e nichilista, di personaggi marci che hanno perso la fede nei buoni sentimenti; nell’arco stessa performance si passa da ritmi di tango a sonorità pop, da ballate western a canzoni d’amore maledetto. L’album “Armageddon Gigolò’ (trisol rec.) del 2006, li consacra tra i gruppi migliori di quell’anno della scena alternative, e diventa una delle band italiane più rispettate e conosciute all’estero. “Armageddon Gigolò” ha visto la collaborazione dei musicisti dell’orchestra di Ennio Morricone, registrato all’ Herzog studio, lo stesso scelto anche da Abel Ferrara per la registrazione delle sue colonne sonore. La band partecipa inoltre alle colonne sonore della serie Las

Vegas e del film Saw II – La soluzione dell’enigma (con la canzone The

Gift of Life) e numerosi corti d’ autore.

Nel 2009 gli Spiritual Front sono l’unica band italiana invitata allo

show televiso Rockpalast,

leggendaria trasmissione musicale che ha visto sul suo palco bands

come The smiths, Oasis, Faith no more, Maximo park.

Nel corso degli anni hanno calcato i palchi di decine tra i festival

internazionali più importanti

(tra cui: Heineken Jammin’ Festival, Wave Gothic Treffen, Summer Darkness).

La band al momento è impegnata al missaggio della ristampa “Open wounds”.

www.spiritualfront.com

ASH CODE

Ash Code is the moniker for the meeting of Alessandro’s sensivity, Claudia’s taste and Adriano’s bass VI. Their music describes a collage of darkwave, noise and electronic music with a solid drum machine. Dark ballads and obsessive beats, deep and melancholic synths, noise and distortions, arpeggiatos and delays. Lights and shades. Dances of Death. Visions and theatricality: Coded ash.

https://www.facebook.com/ashcodemusic/

HAPAX

https://www.facebook.com/hapaxband/

Dj Foffy/Demon

Commenta