Si alza il sipario sulla XXIII edizione di “Sapori Antichi”, la manifestazione in programma dal 28 al 30 luglio a Torella dei Lombardi (Av).

C’era una volta il West“! E per tre giorni, dal 28 al 30 luglio, ci sarà ancora, inscenato a Torella dei Lombardi. Avete presente le scenografie, le musiche, i giochi e i profumi del cibo del lontano west? Immaginateli arrivare nelle terre avellinesi. Tanto tempo prima, invece, gli antichi sapori dell’irpina vennero portati dal celeberrimo regista Sergio Leone nei suoi capolavori western. Sì, perché nelle vene del famoso regista scorreva sangue irpino, suo padre Vincenzo Leone, nacque proprio a Torella.

Così, il paesino vuol rendere omaggio al suo illustre cittadino con l’evento: “Sapori Antichi dal west all’Irpinia”. Tutto il mondo del selvaggio west narrato da Leone nei suoi film, si mescolerà ai suggestivi sapori, suoni e paesaggi irpini del paese. L’evento si propone di rendere tributo al regista e anche di riproporre antiche tradizioni culinarie locali e di far conoscere gli aspetti storici e culturali di Torella.

A vegliare sulla buona riuscita della festa c’è l’imponente e ben conservato Castello Candriano e il museo in esso contenuto; l’atmosfera verrà innaffiata da ottimi vini locali, il tempo trascorrerà scandito anche dalle pale del mulino ottocentesco, mentre dalla torre normanna, magari qualche illustre spirito si affaccerà ad ammirare il panorama sottostante.

Tutto il paese è pronto per una “rievocazione culturale comunitaria”, dove il filo conduttore è il folklore che tramite la figua di Sergio Leone, unisce il West all’Irpinia. Sarà sia un percorso eno-gastronomico che una vetrina per mettere in mostra uno dei paesi più caratteristici dell’avellinese.

Dal 1993 è stato istituito Il Premio Sergio Leone, creato proprio per dare degno tributo e onore a quest’importante personaggio di fama internazionale. In più, oggi, Torella indice pure questi tre giorni di festa a lui dedicati. La manifestazione è stata organizzata dalla Pro Loco Candriano di Torella, con la collaborazione dell’Associazione Sergio Leone e il Forum dei giovani di Torella. In quest’occasione la Pro Loco Candriano offre la possibilità alle Pro Loco limitrofe di allestire stand per promuovere e valorizzare il proprio terrirorio e le stesse associazioni.

Con Sapori Antichi il vento del selvaggio West si fonde con quello della selvaggia e affascinante Irpinia.

Zaira Varallo, irpina DOC, ha conseguito la maturità scientifica per poi studiare Psicologia e diventare educatore. Scrivere è da sempre il suo ossigeno. Si interessa attivamente di poesia, cinema, arte; ha scritto diversi articoli giornalistici, pubblicati su “il Cassanese” e sul “Quotidiano del Sud” ( Edizione Irpinia). Alcune sue poesie sono state raccolte nella collana “Impronte” e nell’ antologia “Il Federiciano”. Nel Dicembre 2014 e in quello 2016 é stata premiata al Campidoglio, in Roma, II classificata nel Concorso Internazionale d’ Arte e Cultura dell’ Accademia G.G. Belli , nella sezione articolo giornalistico. Nel giugno successivo è stata premiata con menzione di merito al concorso internazionale di poesia Madre Claudia Russo. Importante esperienza è stata intervistare l’ attrice hollywoodiana Maria Elena Bello . Lo scorso agosto, si è classificata terza nel Premio letterario “ versi sotto gli irmici” a Piaggine ( SA); poi un'altra menzione d’ onore nel premio letterario “ Ex allievi di Don Orione” ( Macerata) ed a Ottobre risulta tra i finalisti in “emozioni di carta in bianco e nero”, Poggio Imperiale ( Foggia). Il 2017 si apre con una menzione d’ onore nel premio letterario “ Il Canto delle Muse” , Bellizzi (SA). Naturalista convinta. Con la penna riporta sul foglio tutte le sfumature dell’ essere che nella vita s’incontrano.

Commenta