Venerdì 3 novembre tornano i live del Lanificio 25 con Victor Zeta e i fiori blu. Open act a cur di Roberto Guardi, il Befolk, dj set Irene Ferrara

Venerdì 3 novembre al Lanificio 25 si terrà il concerto di Victor Zeta e I Fiori Blu, un live in cui si anticiperanno i brani del prossimo disco che sarà pubblicato il prossimo inverno in cui ci saranno tante sorprese. Il live sarà aperto da Roberto Guardi, il Befolk, mentre dopo il concerto dalle ore 23, 30 seguirà il dj set di Irene Ferrara.
A distanza di circa quattro anni dall’ultimo lavoro discografico, ritorna quindi Victorzeta e i

Fiori Blu con il singolo “Immigrant Cancion”,il brano vede la partecipazione di Costel Lautaru dei Lautari din Rosiori, fisarmonicista rumeno che conferisce al brano un inconfondibile sapore balcanico che sarà anche lui sul palco del Lanificio 25 per un live coinvolgente dal sapore balcanico.

Il pubblico potrà ascoltare dunque il brano Immigrant Cancion, scritto da Victor Zeta. Il pezzo tratta con leggerezza temi importanti come immigrazione, integrazione e lavoro, in un brano in cui ironia e atmosfere folk si fondono con la vena cantautorale che contraddistingue lo stile originale dell’autore. Tante le nuove canzoni proposte in questo live come: Sciami, Carousel, Gas Gas, Palatute, La mia nave e tantissime altre.
Victorzeta e i “Fiori blu” (ovviamente presi in prestito da R.Queneau) è un progetto musicale dentro cui il mondo, per come è, viene filtrato e rielaborato, in chiave fortemente allegorica, sarcastica e distopica, attraverso una musica che spazia tra vari generi. Partendo da una base folk, si spazia dalle sonorità balcaniche passando per lo ska, il tutto filtrato di volta in volta, dall’ispirazione personale che caratterizza ogni singola canzone.

Siamo tutti figli di un viaggio, più o meno lungo verso la vita, l’amore e la libertà

Ed è questo che per Victor Zeta e Costel Lautaru da il senso del viaggio come leitmotiv fondamentale dell’evoluzione dell’essere umano e sintetizza il messaggio della canzone “Immigrant Cancion”.

Commenta