XVII Sagra della Pennetta all’arrabbiata – Pontecitra di Marigliano. 9 e 10 giugno 2018, la Parrocchia Sacro Cuore rinnova l’appuntamento all’insegna della convivialità.

Fare comunità per ritrovare il senso dello stare insieme, sedersi alla stessa mensa per ricordare che mettere in comune il cibo è condividere un aspetto sacrale della nostra vita. Ė questo il senso profondo che ormai da 17 anni caratterizza la Sagra della pennetta all’arrabbiata, un piatto nato dalla tradizione povera romana e adottato dai napoletani, che di mangiare bene con poco se ne intendono, e molto! I dotti disquisitori sul valore delle sagre tradizionali storcano pure il naso quanto vogliono: il rione Pontecitra di Marigliano è uno dei più antichi della cittadina, come attestano documenti che fanno risalire l’esistenza della piccola chiesa dedicata alla Madonna di Pontecito (toponimo poi evolutosi in Pontecitra) agli inizi del 1300, e se la sagra ha preso piede è proprio perché propone un menù semplice, basato su piatti che ormai fanno parte a pieno titolo della nostra tradizione culinaria. Sono i piatti che nelle nostre famiglie imbandiscono da tempo immemorabile la tavola quotidiana, ricordandoci che il mangiar bene si basa su ingredienti semplici e sani, meglio se prodotti nelle nostre zone, e magari arricchiti, specie di domenica, con qualche tipicità napoletana o campana che ne esalta il giusto e fa subito festa.

E allora, via alle pennette all’arrabbiata, arricchite di pezzetti di salsiccia, o alle pennette alla scintilla o al sugo, ricche di sapori nostrani, che evocano, in una sinestesia di profumi, sapori e colori, la cucina della nonna, e il calore della famiglia che si riunisce. Sfidiamo i colti critici della territorialità a disconoscere la tradizione nei piatti della Sagra, a cui un comitato “storico”, impegnato per giorni e giorni ad offrire un menù di qualità e un servizio celere ed efficiente, aggiunge il valore della ricerca di coesione della comunità, che nell’evento consolida il senso di appartenenza e di identificazione simbolica, più che mai tratti distintivi di un popolo in cammino nella fede e nel sociale. Insieme si fanno percorsi più lunghi ed importanti: a sottolineare questa idea, la sagra diventa quest’anno ecosostenibile. Nel rispetto dell’ambiente, tutte le stoviglie saranno biodegradabili, per evitare accumuli di rifiuti non riciclabili e contribuire a costruire quella coscienza ambientale che da più parti si invoca, ma stenta a crescere. In quest’ ottica, la Parrocchia Sacro Cuore, dal 9 al 17 giugno, ospiterà anche la Mostra fotografica “Campania bellezza del creato”, realizzata da Giuseppe Ottaiano, cultore della bellezza della nostra terra e convinto assertore dell’idea di Papa Francesco, che nell’enciclica «Laudato Si’» ha posto il punto sul dovere non solo cristiano, ma prettamente umano, del preservare l’ambiente, invitandoci ad essere “custodi dei doni di Dio”.

Un’occasione per un viaggio, attraverso le immagini, in alcuni dei luoghi più belli della Campania, da conoscere affinché si possa preservarli, perché la natura è una delle espressioni di DIO. Fra bellezza e rispetto per l’ambiente, allora, il gusto del menù completo (primo, secondo, dolce e bevande ) proposto dalla XVII Sagra della Pennetta all’arrabbiata a prezzi accessibili a tutti, sarà esaltato dal piacere di stare insieme e dai momenti di intrattenimento e dagli spettacoli, che vedranno esibirsi sul palco sabato 9 il cantante mariglianese Stefano Cimmaruta, giovane ma già affermata voce napoletana, preceduto dall’Istituto Comprensivo Pacinotti e dalla scuola di ballo Salida Academy, mentre domenica 10 la serata sarà animata dalla nota cantante neomelodica Luisa Cuore e dalla Dance Tribal Afro. Segnato in Agenda? Vi aspettiamo.

Maddalena Venuso, nasce a Napoli e, sebbene viva a Marigliano, l’impronta della città natale le resta appiccicata come un francobollo. Poliedrica, fantasiosa, ricca di sfumature. Liceo Classico, Lettere Antiche, esperienza come Archeologa a Napoli e Pompei fino al 1994. Docente presso il MIUR dal 1994, insegna Italiano e Latino al Liceo Scientifico. Traduce la passione per l’archeologia in passione per il territorio, raccontando il gusto e le bellezze delle Terre di Campania e d’Italia. Giornalista indipendente, ha collaborato, fra gli altri, con ItaliaPiù, Italia a Tavola, l’Espresso Napoletano, Oliovinopeperoncino. Mantiene sempre viva la curiosità per il nuovo, accogliendo con piacere ogni opportunità che ritenga valga la pena sperimentare.

Un pensiero riguardo “XVII Sagra della Pennetta all’arrabbiata

Commenta