Dieci pizze margherita che abbiamo provato e che vogliamo consigliarvi

Bentornati, amici di Terre di Campania, alla scoperta del gusto nella nostra regione. Fidatevi, sarò di poche parole, perché stiamo parlando dell’eccellenza assoluta: la pizza margherita. Lasciamo che a parlare siano gli occhi e soprattutto le papille gustative. Sia chiaro, però: abbiamo nominato dieci ottime pizzerie, ma non significa che non ce ne siano molte altre capaci di sfornare ottime margherite. Questa non è una classifica ma un elenco di pizzerie che abbiamo visitato, dove gustare le margherite più buone, fra Napoli, provincia e qualche altra località campana in cui siamo stati. Pronti? Via.

amabile-cercola_32

  • Pepe in grani, Caiazzo (CE)
    Per molti, fra le pizze migliori d’Italia. Sicuramente anche per il Gambero Rosso, che le ha assegnato tre spicchi per quattro anni consecutivi. Divertente (e bello) il fatto che ci sia una pizzeria della provincia, e per di più di Caserta, a contendersi il primato. L’impasto di Franco Pepe è un piccolo capolavoro. La margherita, ovviamente, è la sua specialità. Tuttavia, attenzione: se volete accomodarvi a tavola… prenotate. La pizzeria è sempre piena, e c’è giustamente da attendere.
    Vico S. Giovanni Battista, 3, Caiazzo (CE), tel. 0823 862718 / 0823 1764940

 

  • Lievito madre al mare, Napoli
    Il nome del pizzaiolo è già tutto un dire: Lievito madre è di Gino Sorbillo. La sua pizza è fatta con ingredienti di prima qualità, e si scioglie in bocca. Per di più, la pizzeria affaccia sul lungomare, ed è quindi contaminata dai sapori, dagli odori, dai rumori unici del mare di Napoli e della sua gente. Provarla in un giorno di sole, o in una sera serena, è una scelta saggia. Per saperne di più, vi rimandiamo al nostro articolo dedicato.
    Via Partenope, 1, Napoli, tel. 08119331280

 

  • 14732389_1760488167536566_6237145535120262777_n50 Kalò, Napoli
    Nel gergo dei pizzaioli, kalò significa bello. Viene dal greco, kalos, come pure il prefisso di calligrafia. E nella smorfia napoletana, il 50 è il pane, ‘o ppane. 50 Kalò, quindi, è un modo tutto napoletano per dire impasto buono. E l’impasto di Ciro Salvo di 50 Kalò buono lo è davvero. Le materie prime sono selezionate una a una, e vengono dai migliori luoghi della Campania e del Meridione. Il menu della pizzeria si muove anche insieme alle stagioni, per mantenersi unico.
    Piazza Sannazaro, 201/B, Napoli, tel. 081 1920 4667

 

  • Concettina ai tre santi, Napoli
    Il nome di Concettina ai tre santi è uno dei più importanti a Napoli. Il pizzaiolo è Ciro Oliva, giovanissimo e talentuoso. La sua margherita è straordinaria. Noi ne abbiamo scritto, in questo articolo, quando ci fu consigliata all’uscita del Cimitero delle fontanelle: un’ottima pizza. Va detto che, in quella occasione, non provammo la margherita, ma la qualità delle materie prime era evidente. Poi siamo ritornati. E ci siamo goduti anche quella! 🙂
    Via Arena alla Sanità 7 Bis, Napoli, tel. 081 290037

 

  • Salvo, San Giorgio a Cremano (NA)
    Con Salvo arriviamo a San Giorgio a Cremano, per dimostrare che anche in provincia c’è la possibilità di mangiare un’ottima margherita. A Napoli, soprattutto, la provincia offre margherite di qualità straordinaria. Tuttavia, avendo ridotto questo elenco a dieci posizioni, non possiamo che inserirne una “rappresentanza”. La margherita di Salvo è ottima, ed è molto interessante anche il lavoro di divulgazione che la pizzeria sostiene con il suo sito web: nelle varie sezioni sono pubblicati periodicamente articoli che approfondiscono la storia della pizza, la preparazione dell’impasto, la produzione delle materie prime.
    Largo Arso, 10, San Giorgio a Cremano (NA), tel. 081 275306

 

  • La Napoletana, Baiano (AV)
    15181481_1870614176503565_9091874036984044362_nLa abbiamo già definita la nuova frontiera dello sperimentalpizza, in un articolo dedicato che vi consigliamo di leggere per saperne di più. La specialità della Napoletana è il giropizza, cioè una tournée di tante pizze quanti sono i commensali, divise in altrettanti spicchi: un tour del gusto tra le pizze, insomma. Tuttavia, La Napoletana offre ottima qualità anche con la regina di tutte le pizze: è da provare.
    Via Guglielmo Marconi, 27, Baiano (AV), tel. 081 824 3430

 

  • Pizzeria Gino Sorbillo, Napoli
    Per la pizzeria “storica” dei Sorbillo, potrebbe valere quanto detto per Lievito madre a mare. La famiglia è fra le più importanti nel mondo della pizza, e ogni mattino Gino e Antonio, i due fratelli, preparano una delle pizze più celebri della nostra città. La sede di via dei Tribunali offre una margherita straordinaria.
    Via dei Tribunali, 32, Napoli, tel. 081 446643

 

  • Starita, Napoli
    Starita ha da poco aperto anche a Milano, offrendo la stessa qualità napoletana. Quale? Quella dell’eccellenza e della storia. Nata nel 1901 come cantina, Starita è stata la pizzeria di riferimento di Sofia Loren nel film di De Sica “L’oro di Napoli”. La pizza di Starita a Materdei è fatta in un solo forno per garantire qualità, sempre dallo stesso pizzaiolo, ed è tramandata nelle generazioni della famiglia Starita. Il risultato è sempre eccezionale.
    Via Materdei, 27/28, Napoli, tel. 081 557 3682 
  • L’angolo del paradiso, Napoli
    Spostiamoci per un attimo al Vomero, per provare la pizza di L’angolo del paradiso. Pizza morbida, profumatissima, con una selezione di ingredienti eccezionale. Una pizza alta e che si lascia masticare e digerire. Da provare.
    Via Michele Kerbaker, 152, Napoli, tel. 081 556 7146

14556537_1410423092305830_6388067776622771572_o

  • La Lanternina, Acerra (NA)
    Come ultima pizza, ho scelto la margherita preparata in un’altra città in provincia di Napoli: Acerra. Acerra ha un’ottima tradizione pizzaiola, e ci sono tante ottime pizzerie che lavorano quotidianamente (da Attilio Albachiara a Corso Vittorio Emanuele, Terra Mia a Via Diaz, Regina 2 sempre a Corso Vittorio Emanuele), ma ho scelto di soffermarmi su La Lanternina per l’ottima sala nella quale gustare il proprio pasto, oltre che per la sua bella selezione di pizze gourmet o preparate con farina integrale.
    Via Vittorio Veneto, 85, Acerra (NA), tel. 081 520 0413
19 anni. Studente di lettere moderne. Fondatore di Vaffanstudio e caporedattore di Terre di Campania. Aspirante giornalista, scrittore, enigmista, ludolinguista. Amore per il teatro e per il mio teatro, Rostocco. Passioni di ogni tipo e voglia di scoprire sempre di più, sempre di tutto.

Commenta